terza-dose-vaccino-ema

Gli aspetti da toccare quando si parla dell’emergenza Coronavirus sono diversi e tra questi è possibile citare il nodo della terza dose di vaccino. In merito ad essa, nel corso di un briefing sulla stampa si è recentemente espresso Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici per Covid-19 dell’Agenzia europea del farmaco.

L’esperto ha sottolineato l’esistenza di evidenze scientifiche sempre più chiare in merito alla necessità di procedere con ulteriori dose di vaccino per i pazienti con il sistema immunitario compromesso e per alcuni soggetti anziani.

Da parte di EMA è stato posto l’accento sulla valutazione della domanda per l’uso di una dose ulteriore di vaccino Pfizer – Biontech con somministrazione a 6 mesi dalla seconda alle persone di età maggiore o uguale ai 16 anni.

Come sottolineato sempre da Cavaleri, i risultati relativi alla questione appena citata sono previsti per la prossima settimana. Da parte dell’esperto EMA è arrivata l’ufficializzazione in merito alla possibilità, da parte di alcuni produttori, della presentazione di dati per una terza dose di richiamo.

Oggi come oggi, Moderna ha iniziato a trasmettere quelli relativi alla sperimentazione clinica con dosi di richiamo. L’EMA, dal canto suo, sta lavorando fianco a fianco con gli esperti dell’European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) con lo scopo di rivedere, a seguito della raccolta, tutti i dati sulle dosi di richiamo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here