È in arrivo il bonus busta paga per il mese di agosto? Cosa c’è di vero? È l’ennesima bufala che riguarda i lavoratori?

Chiariamo subito che non si tratta di un nuovo bonus riconosciuto sulla busta paga del mese di agosto.

Tutti coloro che hanno presentato il Modello 730 potrebbero vedersi riconosciuto il rimborso IRPEF spettante sulla base dei redditi dichiarati, di detrazioni e deduzioni richieste.

Bonus Busta Paga: in arrivo il rimborso Irpef!

Sono in arrivo interessanti detrazioni sui redditi da lavoro dipendente. Ai fini del calcolo dell’importo spettante è necessario considerare il reddito complessivo annuo del lavoratore.

Le detrazioni fiscali sono riconosciute mensilmente dal proprio datore di lavoro.

Per i percettori di redditi di importo superiore agli 8.000 euro la detrazione fiscale è gradualmente ridotta, fino ad azzerarsi per i redditi superiori a 55.000 euro.

Dopo la presentazione del Modello 730, in sede di liquidazione del rimborso IRPEF, viene riconosciuto il Bonus fiscale.

Dunque, per il mese di agosto verrà erogata la somma emersa dopo l’invio della dichiarazione dei redditi.

Per i lavoratori dipendenti, le operazioni di conguaglio fiscale sono effettuate direttamente in busta paga dal datore di lavoro.

A quanto ammonta il Bonus fiscale? Il bonus è pari ad un massimo di 1.880 euro.

Bonus Busta Paga: come il rimborso IRPEF fa lievitare la busta paga?

Per i lavoratori dipendenti che non hanno ricevuto mensilmente in busta paga il pagamento, l’importo massimo spettante è pari a 1.200 euro per l’anno 2021.

Con la presentazione del Modello 730/2021 è possibile far valere il proprio diritto a beneficiare dei Bonus IRPEF spettanti.

Il datore di lavoro procede a liquidare l’importo spettante e, a sua volta, recupera i rimborsi IRPEF erogati ai dipendenti in busta paga in compensazione con le imposte dovute.

Busta Paga mese di agosto: il conguaglio IRPEF

Per chi ha presentato il Modello 730/2021 nel mese di luglio, a partire dalla busta paga del mese di agosto verranno effettuate le operazioni di conguaglio fiscale, che possono portare a ricevere una busta paga più bassa, in caso di debito.

Rischiano di percepire una busta paga di importo più basso tutti i lavoratori che hanno percepito la Cassa integrazione dall’INPS nel corso del 2020.

Inoltre, chi ha ricevuto più di due Certificazioni Uniche 2021 dovrà molto probabilmente restituire all’Erario una quota di IRPEF dopo il ricalcolo di bonus e agevolazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here