Nell’ambito della Riforma IRPEF 2021 sono in arrivo tagli a Bonus ed alle agevolazioni fiscali riconosciute ai contribuenti ed alle imprese.

Ad annunciarlo è lo stesso Ministro dell’Economia, Daniele Franco, nel corso dell’audizione del 22 luglio 2021 presso le Commissioni Finanze di Camera e Senato.

Sono tanti i contribuenti interessati dal taglio dell’IRPEF sul quale sta lavorando l’Esecutivo.

Taglio Bonus ed agevolazioni con la Riforma Fiscale

Il Governo Draghi starebbe lavorando ad un provvedimento che interessa i contribuenti con redditi compresi tra i 28 mila e i 55 mila euro.

Come si legge nella bozza del provvedimento

«per i soli lavoratori dipendenti, la media delle aliquote marginali effettive supera il 40% già intorno ai 17 mila euro di reddito».

Inoltre, le aliquote marginali effettive per «oltre il 20% dei lavoratori dipendenti occupati da almeno 12 mesi sono «superiori a quella massima legale (43%)».

Taglio IRPEF in arrivo: la riforma fiscale del Governo Draghi

La riforma fiscale a cui starebbe lavorando il Governo Draghi si pone come obiettivo quello di ridurre la numerosità delle spese fiscali, oltre a mirare alla semplificazione fiscale.

Taglio dell’IRPEF sui redditi tra 28 mila e 55 mila euro

Per i contribuenti del c.d. terzo scaglione con redditi nella fascia 28-55.000 euro si parla di un taglio sensibile delle tasse.

Il taglio di bonus e agevolazioni fiscali dovrà essere effettuato caso per caso.

Infatti, il Governo Draghi valuterà quali erano le finalità originarie e se tali obiettivi sono ancora validi. Inoltre, si devono valutare gli effetti economici e distributivi.

Lo sfoltimento dei bonus ed il conseguente risparmio di risorse economiche e finanziarie, che saranno impiegate per diminuire l’aliquota media IRPEF.

Riforma IRPEF: quali sono le anticipazioni?

In attesa che il testo diventi definitivo, è bene conoscere le anticipazioni della Riforma IRPEF.

In primis, l’Esecutivo mira ad optare per la riduzione del numero degli scaglioni IRPEF dagli attuali 5 a 3.

Nella bozza del provvedimento si prevede anche l’introduzione di un minimo esente IRPEF.

La revisione delle aliquote e detrazioni per tipologia di reddito porta all’assorbimento del Bonus Renzi.

Nella riforma fiscale 2021 oltre al taglio dell’IRPEF dovrebbe essere anche previsto

“un meccanismo strutturale di premialità per i contribuenti leali, che non ha avuto adeguata realizzazione, per citare solo un esempio, nel caso degli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale (Isa)”.

Per quanto concerne le Partite IVA Forfettarie ha senso mantenere le agevolazioni previste per l’avvio di nuove attività imprenditoriali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here