La commissione Bilancio della Camera ha approvato l’emendamento al Dl Sostegni bis sul Bonus Auto, che viene prorogato fino al 31 dicembre 2021.

Sono state stanziate consistenti risorse pari a 350 milioni di euro per incentivare la rottamazione di auto inquinanti e l’acquisto di veicoli privati e commerciali, nuovi ed usati, a bassa emissione di CO2.

Bonus Auto nel Decreto Sostegni Bis: misura prorogata al 31 dicembre 2021

Un emendamento correttivo al Decreto Sostegni bis approvato in commissione Bilancio alla Camera stanzia 350 milioni per il Bonus auto, che viene prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2021.

La proposta di modifica approvata destina 60 milioni all’incentivazione di auto con emissione compresa tra 0 e 60 g/km CO2; 200 milioni per la fascia 61-135 g/km CO2; 50 milioni per veicoli commerciali N1 (veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t) o M1 (auto destinate al trasporto di persone, aventi al massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente) nuovi, di cui 15 milioni riservati ad auto elettriche.

40 milioni di risorse sono state stanziate alle persone fisiche che acquistano un veicolo di categoria M1 usato e di prima immatricolazione, comunque euro 6 e con un prezzo non superiore ai 25.000 euro.

È richiesta la rottamazione di un veicolo della stessa categoria immatricolato prima del gennaio 2011.

Il bonus auto potrà arrivare a 2.000 euro per i veicoli con emissioni tra 0 e 60 g/km CO2; 1.000 euro tra 61 e 90 g/km CO2; 750 euro tra 91 e 160 g/km CO2.

Bonus Auto nel Decreto Sostegni Bis: premiata la rottamazione

Con la proroga del Bonus Auto è stata introdotta anche una formula che premia la rottamazione.

Ecco alcuni esempi a scaglioni, per emissioni di CO2, dei Bonus Auto destinati all’acquisto di un’auto nuova con e senza rottamazione:

  • da 0 a 20 g/km con rottamazione di un’auto della stessa categoria e con almeno 10 anni di vita: si tratta di 8.000 euro di ecobonus più 2.000 del rivenditore;
  • da 0 a 20 g/km senza rottamazione si parla di 5.000 euro più 1.000 euro del rivenditore;
  • da 21 a 60 g/km con rottamazione 4.500 euro insieme ai 2.000 euro del rivenditore;
  • da 21 a 60 g/km senza rottamazione gli incentivi possono arrivare a 2.500 euro con altri 1.000 euro del rivenditore;
  • da 61 a 135 g/km con rottamazione sono 1.500 euro di bonus e 2.000 euro del rivenditore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here