Cambio Rotta non è solo un progetto. Come dice lo stesso nome è un cambiamento profondo, nella vita degli esseri viventi. In questo caso, gli esseri viventi più fragili e indifesi, i giovani e gli animali maltrattati, sfortunati, uniti per una volta in un lavoro di reciproco soccorso. Viene istituito per la prima volta nel 2020, in pieno anno di pandemia, allo scopo di dare una nuova opportunità ai cani ospitati nel canile romano di Valle Grande perché abbandonati, feriti o semplicemente da recuperare dopo il randagismo. Ad occuparsi di loro, degli assistenti molto particolari: ragazzi dal passato burrascoso e bisognosi di nuova fiducia.

I ragazzi di Cambio Rotta

I ragazzi di Cambio Rotta sono giovanissimi che si sono trovati coinvolti in problemi o reati che li hanno condotti sotto giudizio. Tra le pene da scontare, il servizio alla società, che non deve essere solo una routine da sbrigare il più presto possibile ma un percorso che responsabilizza. E così sono approdati al canile di Valle Grande per prendersi cura dei cani abbandonati e per imparare un mestiere che in futuro potrebbe dare loro nuove opportunità. L’idea è nata dalla onlus CAVE CANEM, nata nel 2019 dalla forte determinazione di due donne – Adriana Possenti e Federica Faiella – le quali da sempre si battono per salvare cani, gatti e altri animaletti in pericolo ma creando al contempo un percorso educativo per gli esseri umani. Solo questa interazione può evitare, in futuro, fatti orribili come l’abbandono, la violenza sugli animali. E solo questa interazione può insegnare responsabilità e cura a chi non è stato abituato al rispetto dei più deboli.

Cambio Rotta, un anniversario importante

In un anno di prima sperimentazione si sono prodotti risultati davvero imprevisti e incoraggianti. Oltre 300 cani, su 332 ingressi, sono stati affidati o adottati. Nei primi mesi di questo 2021 sono già stati adottati quasi tutti i cani accolti nella struttura. Nel frattempo i primi venti ragazzi coinvolti nel progetto hanno imparato a lavorare con gli animali e sono stati seguiti, a questo scopo, anche da psicologi che li hanno aiutati a lavorare pure su se stessi.

Non possiamo che essere grati a Benedetto Di Clemente direttore del canile Valle Grande, che accogliendo ‘Cambio rotta’  ha confermato la volontà di fare del proprio canile un centro di interesse per la collettività” ha dichiarato Federica Faiella, vice presidente della onlus. Le fa eco la presidentessa Possenti:  “questo è il frutto del grandioso lavoro svolto dalle associazioni di volontariato costantemente impegnate in struttura e dai ragazzi del progetto ‘Cambio Rotta’ , in particolare, dai cinque beneficiari dell’indennità formativa, a cui sono stati affidati 62 cani per sessioni di gioco, socializzazione e recupero comportamentale”.

 Un anniversario prezioso, quindi, che apre la via a molti altri anni fruttuosi. Per approfondire le informazioni su Cambio Rotta e sulla onlus Cave Canem, si può visitare il sito ufficiale della fondazione oppure contattare la segreteria: info@fondazionecavecanem.org o direttamente la vice presidente Faiella ( 3454160438 ) .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here