catarro biancastro
catarro biancastro

Il catarro biancastro è costituito in prevalenza da muco e indica in genere un’irritazione bronchiale non provocato da germi specifici. Scopriamo le cause e quali sono i rimedi per il catarro bianco.

Muco in gola cause

Solitamente il muco in gola è dovuto a infezioni virali come raffreddore e influenza, e infezioni batteriche in cui si manifesta catarro giallastro, oppure di colore verde-grigio se si tratta di una forma più complessa.

Altre cause del muco in gola possono essere il reflusso gastroesofageo, che dà origine ad una infiammazione a livello della gola con persistenza di muco. In altri casi può trattarsi di forme asmatiche e bronchite cronica. In ultimo, anche il fumo comporta la formazione di muco in gola.

L’eccessiva produzione di muco da parte delle ghiandole delle mucose respiratorie può dare origine al catarro retronasale, cioè il catarro in gola. Il muco bianco della gola e il muco bianco naso possono diventare schiumosi e assumere un colore biancastro.

 Catarro biancastro cause

Avendo chiarito le cause del muco in gola, quali sono invece le cause del catarro biancastro? Per cominciare, bisogna comprendere meglio cosa sono i muchi. Il muco è una sostanza prodotta dalle ghiandole delle mucose respiratorie e ha principalmente la funzione di umidificare il tratto respiratorio e catturare i microrganismi patogeni. La produzione fisiologica viene deglutita e non ci sono manifestazioni particolari. La produzione di muco, in condizioni normali, oscilla tra i 25 e i 100 ml.

Invece, in condizioni anormali, si può manifestare una iperproduzione di muco e le secrezioni possono arrivare nell’arco di una giornata anche a 500 ml. In base processo patologico in corso, il catarro può avere aspetto e colori differenti, e uno degli esempi è proprio il catarro biancastro.

Questa variante di catarro in genere indica la presenza di irritazione bronchiale e nella maggior parte dei casi viene riscontrato nei fumatori, nelle persone affette da asma o da broncopneumopatia cronica ostruttiva, e anche nei soggetti allergici.

Il catarro biancastro può anche rivelare la presenza di adenomatosi polmonare o di adenocarcinoma polmonare. In molti casi si manifesta la tosse con catarro, che può essere accompagnata da febbre o mal di testa. Tossire catarro non è certo piacevole e quindi, se si tratta di una condizione persistente, bisogna rivolgersi subito al medico.

Catarro rimedi

Oltre alle cure mediche, necessarie se si tratta di un caso grave, esistono efficaci rimedi catarro che contribuiscono parecchio ad alleviare la condizione.  Eccone alcuni particolarmente validi:

  • Tè alla liquirizia – La radice di liquirizia è un emolliente e un espettorante, lenisce le vie respiratorie e dona sollievo immediato.
  • Miele – un cucchiaio di miele ha l’effetto di calmare la tosse e il muco persistente e ha anche proprietà antibatteriche.
  • Timo, menta piperita e zenzero – tutti e tre hanno eccellenti proprietà antimicrobiche, sono in grado di rilassare i muscoli dei bronchi e favoriscono l’espulsione del catarro dai polmoni. Inoltre, alleviano anche la tosse.
  • Il vapore – inalazioni composte da eucalipto, tea tree e acqua calda, da fare coperti da un asciugamano, allentano muco e catarro.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here