Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Salute e Benessere

Tamponamento cardiaco: trattamento, cause, linee guida

Il tamponamento cardiaco è una pressione esercitata sul cuore da sangue o liquido accumulato nella sacca a due strati intorno al cuore (pericardio). Si tratta di una condizione che impedisce al cuore di pompare correttamente il sangue.

Tamponamento cardiaco cause

Le cause che possono portare ad un tamponamento cardiaco sono nella maggior parte dei casi sono:

  • Rottura di aneurismi aortici o coronarici
  • Ferite penetranti o gravi traumi contusivi
  • Rottura del cuore durante un infarto miocardico acuto
  • Diatesi emorragiche o trattamenti anticoagulanti
  • Perforazione miocardica in corso di cateterismo cardiaco
  • Posizionamento di pacemaker, pericardio centesi, biopsia midollare sternale,

Possono accelerare il tamponamento cardiaco le seguenti condizioni:

  • Ostruzione venosa e linfatica, in seguito a delle manovre intracardiache, come l’introduzione del pacemaker o durante il cateterismo cardiaco
  • Tumore o metastasi
  • Traumi riguardanti il miocardio, come nei casi di incidenti stradali o nello sport

Anche alcune malattie possono portare a sviluppare il tamponamento cardiaco, come le neoplasie e le malattie infiammatorie in forma cronica del pericardio. Però in questi casi il decorso è meno rapido e lo scompenso cardiaco con edemi periferici si manifesta dopo.

Tamponamento cardiaco sintomi

I soggetti con tamponamento cardiaco possono sentirsi storditi, avere difficoltà a respirare, possono svenire. I sintomi possono essere:

  • Percezione di dolore ed oppressione sul petto
  • Riduzione della pressione sistolica durante la fase inspiratoria
  • Dispnea
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Polso paradosso di Kussmaul
  • Ipotensione arteriosa
  • Turgore delle vene del collo e degli arti superiori
  • Toni lontani e ovattati

Polso paradosso tamponamento cardiaco

Il tamponamento cardiaco lieve può manifestarsi in maniera asintomatica, mentre quando è moderato e grave si manifesta con sintomi quali dispnea, vertigini, angina pectoris. Quando viene riscontrato il cosiddetto polso paradosso, ovvero la riduzione della pressione arteriosa in inspirazione oltre i fisiologici 10 mmHg, in presenza di aumento della pressione venosa, ipotensione arteriosa e percezione di toni cardiaci attenuati, comporta spesso la non percezione del polso periferico. Ecco perché si dice polso paradosso.

Tamponamento cardiaco ecocardiografia

Con la misurazione della pressione venosa centrale si ottiene facilmente la diagnosi di tamponamento, anche se bisogna tenere presente che quando è alta le cause possono essere altre. Per una corretta diagnosi del tamponamento cardiaco l’ecocardiografia è indubbiamente la metodica migliore, che consente di valutare la presenza di liquido nel sacco pericardico.

Tamponamento cardiaco linee guida

Il tamponamento cardiaco è un’emergenza medica e le linee guida per intervenire prevedono la rimozione del sangue o del liquido dall’area intorno al cuore.

Il trattamento immediato è la pericardio centesi, e prevede l’uso di un ago per rimuovere il sangue o il liquido. La procedura aiuta ad alleviare la pressione sul cuore e gli permette di battere normalmente.

Talvolta con la pericardiocentesi non è possibile rimuovere una sufficiente quantità di liquido. Quando si verificano questi casi il medico, per drenare il liquido, deve praticare un’incisione nella parete toracica e quindi nel pericardio. La procedura prende il nome di pericardiotomia.

A volte può essere necessario rimuovere anche parte del pericardio, seguendo dunque la procedura detta pericardiectomia.

 

Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.