Quanto guadagna Nicolò Barella
Quanto guadagna Nicolò Barella
Quanto guadagna Nicolò Barella? Molti si chiedono quale sia il guadagno del giocatore dell’Inter anzi ormai diventato una colonna dell’Inter e della Nazionale. Il suo valore di mercato è aumentato da quando nel 2019 è entrato a far parte della squadra nerazzurra, è stato uno dei colpi più costosi ma il migliore che si potesse arrivare a mettere a segno. Sono stati soldi spesi benissimo poiché in campo dà sempre ottimi risultati, è un centrocampista capace di giocare in qualunque zona del campo.
Uno dei protagonisti della vittoria dello Scudetto, è diventato inamovibile nella Nazionale, un titolare che non può assolutamente mancare in campo se non per problemi di salute. Roberto Mancini ha disponibili 26 giocatori ma non ci sono dubbi quello che ha il valore di mercato più alto è proprio lui.

Quanto guadagna Nicolò Barella? Lo stipendio del centrocampista

Il giovane centrocampista, ventiquattro anni compiuti a febbraio, ha un contratto valido fino al 2024 con l’Inter. Marotta per lui è riuscito a firmare un accordo con il Cagliari ottenendo il calciatore italiano seguendo la formula del prestito oneroso. E’ costato 12 milioni con obbligo di riscatto dopo un anno, 25 milioni, più bonus di 8 milioni al massimo. Quindi facendo due calcoli l’acquisto di Barella costa ai nerazzurri 45 milioni, un record. Una cifra simile è stata spesa anche per Romelu Lukaku poco dopo.
Barella ha guadagnato la stessa cifra intascata ai tempi da Christian Vieri e se prima del 2019 il suo valore di mercato era pari a 36 milioni adesso dopo soltanto due anni, la valutazione arriva a 65 milioni. Lo stipendio con il passaggio all’Inter è arrivato a 2,5 milioni netti l’anno, praticamente molto più del triplo dato che nel Cagliari guadagnava soltanto 700.000 euro.

Calciomercato

Barella ha attirato l’attenzione di molti nel calciomercato, ma per adesso non c’è alcuna speranza che il calciatore possa giovare a qualunque altro team.

x
Previous articleQuanto costa un matrimonio? Info sull’organizzazione
Next articleDa dove deriva la parola “Jackpot”? Origini e curiosità