Tra i vari aspetti a cui si deve prestare attenzione nella scelta dell’illuminazione per il bagno c’è di sicuro la temperatura di colore. Tanto per i punti luce dello specchio quanto per l’illuminazione generale dell’ambiente occorre una temperatura di colore attorno ai 4.000 K, e cioè neutra; se si optasse per una temperatura più calda, infatti, il rischio sarebbe quello di alterare la riproduzione delle tonalità cromatiche. Non bisogna dimenticare che la temperatura del colore è in grado di condizionare, tra l’altro, l’atmosfera di un ambiente. Più è calda e più si ha la sensazione di un clima accogliente e familiare; viceversa, le temperature di colore fredde vengono consigliate per tutte quelle attività che presuppongono la massima concentrazione, come per esempio quelle a cui ci si dedica negli ambienti di lavoro.

I punti luce

Stabilita l’importanza della temperatura del colore, si può pensare di decidere il numero di punti luce da posizionare. Va detto che la quantità ideale cambia a seconda di quanto è grande il locale, oltre che dal tipo di atmosfera che si ha in mente di riprodurre; un altro aspetto decisivo da questo punto di vista è rappresentato dalla quantità di luce naturale presente. Se, per esempio, si ha a che fare con un bagno in cui non ci sono finestre, la quantità di punti luce necessaria sarà più elevata, dal momento che l’illuminazione dovrà essere tenuta accesa anche di giorno. Ovviamente in un caso del genere è preferibile optare per l’illuminazione a led, in modo da poter contare su spese più basse per consumi di energia inferiori.

Lampadadiretta e i prodotti con tecnologia led

Dove comprare i dispositivi per l’illuminazione a led per il bagno? Per esempio sul sito di Lampadadiretta, e-commerce che offre prodotti dei migliori marchi del settore, a cominciare da Philips, consentendo alla clientela di scegliere gli apparecchi più adatti alle loro esigenze grazie a un assortimento ricco e variegato. Lampadadiretta è un marchio che esiste da quasi 30 anni ed è un punto di riferimento per il mercato online dell’illuminazione a livello internazionale.

La giusta collocazione degli apparecchi luminosi

Ma torniamo agli accorgimenti da tenere a mente per l’illuminazione del bagno, e cerchiamo di capire dove e come devono essere posizionati i vari apparecchi luminosi. Se è vero che in questo ambiente della casa l’illuminazione non può che essere funzionale, è altrettanto vero che tale necessità non comporta per forza di cose l’eliminazione delle esigenze – per così dire – decorative. Al centro del bagno si potrebbe pensare di installare una plafoniera, mentre se si è interessati a conseguire una illuminazione più di atmosfera i faretti led dimmerabili offrono numerosi benefici. Senza dimenticare i vantaggi assicurati dai colori per la cromoterapia, da collocare vicino allo specchio, e cioè in un punto in cui c’è bisogno di una visibilità ottimale.

Le precauzioni da adottare

Nel momento in cui si organizza l’illuminazione del bagno, è essenziale cercare di non generare delle zone d’ombra, che oltre ad avere un effetto antiestetico rischiano anche di modificare la percezione del riflesso. Per scongiurare questo pericolo, ad ogni modo, è sufficiente applicare delle sorgenti luminose in corrispondenza dei lati. Una soluzione da valutare, poi, è quella che prevede di applicare, nei pressi della vasca o della doccia, vari punti luci caratterizzati da molteplici varietà cromatiche. Attenzione, però, perché più ci si avvicina alle fonti di acqua e più deve essere elevato il valore dell’IP, che è appunto l’indice di protezione dall’acqua.

Illuminazione del bagno: i vantaggi del led

Con i colori cromoterapeutici, può essere una mossa intelligente quella di prevedere la separazione tra l’interruttore dell’illuminazione generale e quello, appunto, dei colori: in questo modo si ha la possibilità di modulare la temperatura di colore e l’intensità luminosa a seconda dell’atmosfera che si vuol riprodurre. In qualsiasi caso, per il bagno – come pure per gli altri ambienti della casa – è consigliabile adottare delle soluzioni a led, in grado di garantire un consistente risparmio di energia. La tecnologia led, poi, ha il duplice pregio di essere resistente all’umidità e di non riscaldarsi. Così, mentre in bagno può succedere che una lampada alogena o a incandescenza si guasti, questo è un evento estremamente raro per le soluzioni a led, che per di più non rappresentano una fonte di calore. Ancora, i led si possono accendere in maniera immediata e mettono a disposizione una gamma molto vasta di colori. Infine, si prestano al riciclo, a beneficio dell’ambiente.

Che cosa comprare

Le plafoniere led e le strisce led sono soluzioni da inserire nella lista della spesa, proprio come le applique e i faretti. Questi ultimi, soprattutto se dimmerabili, consentono di usufruire dei vantaggi dell’illuminazione d’accento. Se sullo specchio si desiderano dei punti di luce chiara, il suggerimento è di scegliere una barra che potrà essere integrata con strisce o tubi led. Le applique da parete o da soffitto, infine, vantano un elevato indice di protezione dalle polveri e dai getti di acqua, superiore a IP44.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here