Anche per l’anno 2021 è possibile beneficiare del Bonus Caldaia: si tratta di un’agevolazione fiscale con cui il contribuente viene aiutato nella sostituzione della vecchia caldaia con una nuova a condensazione di classe energetica A o superiore.

Il contribuente può optare per due tipi di agevolazione:

  • una è rivolta a chi vuole ottenere un risparmio energetico, rientrando nell’Ecobonus,
  • l’altra è rivolta a chi deve ristrutturare casa, rientrando nel bonus ristrutturazioni.

Le due detrazioni non sono cumulabili, per questo è necessario sceglierne una.

Scopriamo a chi spetta il Bonus Caldaia 2021 e come funziona.

Bonus Caldaia 2021: come funziona?

Il Bonus Caldaia 2021 rientra tra le agevolazioni contenute nel Pacchetto Casa.

Il Bonus Caldaia è l’agevolazione che consente al contribuente di sostituire la vecchia caldaia con una nuova a condensazione di classe energetica A o superiore.

Si può optare per:

  • un’agevolazione rivolta a chi deve ristrutturare casa (bonus ristrutturazioni);
  • un’agevolazione rivolta a chi vuole ottenere un risparmio energetico (ecobonus).

Bonus Caldaia 2021: quanto spetta?

Le detrazioni fiscali del Bonus Caldaia cambiano in base al tipo di efficienza energetica della caldaia e delle valvole termostatiche installate:

  • se l’intervento riguarda l’installazione della caldaia a condensazione e di sistemi di termoregolazione evoluti di classe V, VI o VII, o impianti dotati di apparecchi ibridi con sistema a pompa di calore e caldaia a condensazione, l’agevolazione spettante è pari al 65% della spesa sostenuta,
  • se l’intervento riguarda l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A, la detrazione è pari al 50% della spesa sostenuta.

Bonus Caldaia 2021: chi può richiederlo?

Il Bonus Caldaia 2021 può essere richiesto da chi installa una nuova caldaia in sostituzione di una vecchia per risparmio energetico o se si ristruttura un immobile.

Possono richiedere l’incentivo:

  • il proprietario dell’immobile,
  • l’affittuario.

Si deve conservare i documenti rilasciati dal tecnico che ha effettuato l’intervento di installazione della caldaia.

È fondamentale effettuare il pagamento tramite mezzi tracciabili (tramite bonifico “parlante” o attraverso moneta elettronica).

L’Agenzia delle Entrate eroga l’agevolazione in 10 rate annuali di pari importo.

Per detrarre le spese sostenute, è indispensabile effettuare la comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dall’installazione della caldaia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here