Il Decreto Semplificazioni è stato approvato dal Consiglio dei Ministri del mese di maggio, ma ancora non è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Sono state introdotte interessanti novità in merito alla rimozione delle barriere architettoniche.

Decreto Semplificazioni: quali sono le novità Superbonus 110%?

Rispetto alla bozza del 21 maggio 2021 ci sono interessanti novità. Ad esempio, il Bonus ascensori per il quale si può usufruire del 110% non è legato solo agli interventi di riqualificazione energetica, ma anche a quelli di rimozione del rischio sismico.

Altra interessante novità è l’inserimento degli immobili strumentali di categoria catastale D/2 tra quelli ammessi al Superbonus 110%.

Si tratta degli immobili destinati allo svolgimento di attività alberghiere, agriturismi, pensioni, bed & breakfast etc.

Altra novità relativa al Superbonus 110% riguarda l’ambito oggettivo, in particolare gli interventi “trainanti”.

È stata eliminata la condizione di

“funzionalmente indipendente”

e tra i lavori ammessi è stata inserita

“la sostituzione di qualsiasi tipo di impianto di climatizzazione”.

Rimozione barriere architettoniche: le novità nel Decreto Semplificazioni

Una volta approdato il Decreto Semplificazioni in Gazzetta Ufficiale, si potranno effettuare lavori di eliminazione delle barriere architettoniche trainati o dal sismabonus 110% o dal superbonus 110%.

Inoltre, è stato eliminato il requisito anagrafico: precedentemente si poteva procedere all’abbattimento delle barriere architettoniche solo se all’interno dell’edificio risiedevano persone di età superiore a 65 anni.

Adesso con il Decreto Semplificazioni ai fini dell’applicazione dell’agevolazione il requisito anagrafico diventa irrilevante: il principio è contenuto nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 19 dell’8 luglio 2020.

L’agevolazione fiscale spetta anche in assenza di disabili nell’unità immobiliare o nell’edificio oggetto degli interventi.

“Sono felice di aver contribuito a inserire misure fondamentali di forte agevolazione all’inclusione in diversi settori”,

sottolinea il Ministro per le disabilità Erika Stefani.

“[…] l’estensione del superbonus anche per i lavori di rimozione delle barriere può rappresentare finalmente un punto di svolta nella progettazione e nella realizzazione di interventi accessibili”.

Grazie al Decreto Semplificazioni è stata confermata un’attenzione specifica alle disabilità e sono state introdotte misure che garantiscono incentivi e risparmi per tante famiglie e rappresentano un’opportunità di rilancio per diversi comparti.

Rimozione barriere architettoniche nel Decreto Semplificazioni: cosa cambia con il Bonus Ascensori?

Come anticipato anche il Bonus Ascensori è un intervento trainato che rientra nel Superbonus 110%.

Per beneficiare della detrazione fiscale l’intervento deve essere effettuato congiuntamente ad un altro intervento trainante.

 

x
Previous articleUnghie rotte: fanno male, in verticale, cause
Next articleAzioni Apple: quanto costano? Come controllare le quotazioni?