Non più considerata come una novità del mercato, la Apple è ormai storia che – si potrebbe dire – fa storia. Per parlare un po’ con i numeri basta pensare che nel 2020, la mela mondiale della tecnologia è arrivata a ben 2.000 miliardi di capitalizzazione, un record assoluto senza precedenti.

Non è un caso, quindi, che le azioni della Apple siano prese di mira e tenute sotto controllo da tantissimi investitori a livello mondiale.

Ma quanto costano le azioni della mela? Ovviamente, anche per la società americana, le oscillazioni del mercato determinano prezzi variabili che impongono di dare un’occhiata allo storico della compagnia anche nella considerazione della recente situazione creata dalla pandemia.

Ad agosto scorso, dopo la discesa in picchiata di marzo 2020, le azioni hanno toccato quota 500 $ ed oggi sono valutate, per volere della società a partire da fine agosto, sulla base dello split 4 a 1.

Per questo, è sempre bene monitorare l’andamento del mercato in tempo reale e valutare il prezzo continuamente aggiornato, da confrontare poi con lo storico. È sempre opportuno per chi acquista Apple cercare di focalizzarsi sulle previsioni di medio termine.

Acquistare azioni Apple: come fare?

Per acquistare le azioni Apple ci si può rivolgere o alla propria banca ed al proprio consulente oppure – modalità certamente ormai più utilizzata – direttamente procedere alle operazioni su apposite ed affidabili piattaforme di trading online che, nell’immediato, permettono di aprire posizioni e verificare l’andamento di mercato, secondo per secondo.

Sono numerosi i broker mediante i quali si può investire in Apple. Comprare le azioni della mela potrebbe essere sempre un buon affare, data la solidità dell’azienda che determina anche una volatilità mai eccessiva, nè verso l’alto né verso il basso.

Quotazione azioni Apple. Come controllare il trend?

Chiunque abbia il desiderio di procedere all’acquisto delle azioni della Apple non dovrà fare altro che consultare – come fonti principali e affidabili – i listini del Nasdaq oppure della Borsa Italiana o di Francoforte

Ovviamente va da sé che per controllare le quotazioni basterà consultare siti appositamente dedicati ma non solo: sarà necessario anche dare un’occhiata all’andamento in Borsa delle maggiori concorrenti di Apple.

Va precisato che ogni investitore, quindi, nelle operazioni di  trading online condotte in autonomia, per comprare un’azione dovrà valutare sempre il meccanismo della leva che consente di “spendere” meno denaro.

Inoltre, va precisato che nell’attività di trading, le piattaforme più gettonate dagli investitori sono quelle che scambiano le azioni americane maggiormente negoziate e che risultano, quindi, particolarmente interessanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here