quanto costa lo sbiancamento dentale
quanto costa lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dei denti è un trattamento di estetica dentale tra i più richiesti degli
ultimi anni. Avere un sorriso bianco e luminoso ci fa sentire meglio psicologicamente, aumenta l’autostima e permette di socializzare e relazionarsi in modo migliore con altre persone. Soprattutto per chi assume regolarmente caffè, vino, fuma sigarette, è un
trattamento indispensabile per mantenere i denti bianchi ed evitare che lo smalto ingiallisca. Questa procedura, che consente di riportare lo smalto dei denti al suo
bianco naturale e di eliminare eventuali macchie dentali, può essere realizzata con varie tecniche, le quali possono variare leggermente di prezzo e avere risultati sensibilmente differenti. Se vuoi sapere di più sui tipi di sbiancamento dentale e sui benefici di
questa procedura clicca qui. Ma vediamo adesso quello che è lo scopo di questo articolo, ovvero capire quanto costa un trattamento di sbiancamento dentale?

Quanto costa lo sbiancamento dentale? Dal prezzo più basso a quello più alto

Lo sbiancamento dentale non ha un prezzo prestabilito in quanto il costo varia sia
sensibilmente a seconda della tecnologia utilizzata e in base al listino prezzi del
dentista a cui ci si rivolge. Il prezzo medio per sbiancare i denti in Italia oscilla tra le 150 € e le 500 €. Le sedute possono essere una o più di una, questo varia in base alla tonalità dei denti. Non ha una durata illimitata, l’effetto sbiancante dura da 6 mesi fino ad un anno.
Ovviamente se si riprende a bere caffè, alcolici, fumare, può durare anche meno. In
quest’arco di tempo non bisogna trascurare l’igiene dentale, anzi è importante cambiare
abitudini e dedicarsi di più alla cura del sorriso.

Consigli ed info

Lo sbiancamento va fatto dal proprio dentista di fiducia, preferibilmente evitando di usare a casa prodotti pubblicizzati e definiti miracolosi per sbiancare i denti. Questi in realtà tendono a rovinare lo smalto perché sono abrasivi ma per nulla sbiancanti. Ciò che serve è la corretta igiene orale quotidiana, preferendo spazzolini elettrici piuttosto che spazzolini tradizionali.

A proposito dello spazzolino elettrico è consigliato perché riesce ad eliminare i residui più ostinati, raggiungendo zone difficili.

Lo sbiancamento dentale viene consigliato dal dentista e solitamente va fatto una volta l’anno. Si esegue utilizzando agenti chimici sbiancanti ad alta concentrazione, con l’aiuto di una lampada a LED o laser che avvia una reazione che dà ai denti brillantezza e lucentezza. un’altra pratica è la pulizia dei denti che permette di eliminare il tartaro, tramite il raschiamento per poi lucidare i denti con una spazzola rotante. Questa può essere seguita più di una volta l’anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here