Nessuno è perfetto e nessuno, ma può diventarlo. La vita è una lotta continua per apparire migliori, anche e soprattutto nel campo estetico. Quanto tempo si perde davanti allo specchio per cancellare peli, brufoli, punti neri, e cicatrici? Anche ore, a volte, per usare creme, fondotinta, matite e trucchi vari allo scopo di avere una pelle perfetta. Soprattutto in viso, “biglietto da visita” di ogni  persona. Oggi però le nuove ricerche e le tecnologie ci vengono in aiuto. Esistono metodi che permettono di posare matite, pinzette e cerette per mesi, a volte per anni interi. Metodi basati su inchiostri indelebili, su tatuaggi, su dermocolorazioni che cancellano difetti, creano linee, aumentano sfumature e colori. Quali sono i trucchi “permanenti” da usare per avere finalmente un viso perfetto … o quasi … per qualche anno?

Trucco permanente, sembra un tatuaggio ma …

Il trucco semipermanente funziona come un tatuaggio, usando spesso gli stessi strumenti del tatuatore. Ma non sono la stessa cosa. Il tatuaggio è una colorazione che va molto in profondità e dura molti anni, con pochissimi ritocchi a distanza di tempo. Le incisioni effettuate con i trucchi permanenti invece sono più superficiali, dunque i colori sbiadiscono prima insieme alle cellule vecchie della pelle. Ma gli scopi sono diversi. Un tatuaggio deve lanciare un messaggio preciso e per sempre. Un trucco permanente deve soltanto “far riposare la pinzetta” – o il rossetto – per un po’. Evitare il fastidio del trucco quotidiano insomma. Ma essendo un fattore estetico deve consentire, a chi lo usa, anche di cambiare idea dopo alcuni mesi … massimo un anno! Dunque non deve essere assolutamente indelebile.

Per cosa si usa il trucco permanente

Il trucco permanente si usa per avere un viso bellissimo senza sforzo. Per avere sopracciglia perfette, un eyeliner che non sbava mai, un rossetto favoloso senza passare ore a far prove e abbinamenti. Lo usano per lo più persone famose che non amano perder tempo in sala trucco. Lo usano le persone pigre o che vanno troppo di fretta. Il trucco permanente comunque aiuta anche chi – per motivi di salute – non ha più un viso perfetto. Chi, a causa di chemioterapie o incidenti, non ha più le sopracciglia. Oppure persone con cicatrici vistose. O ancora chi per natura è troppo pallido. E dunque chi cerca un viso “normale” senza dover ricorrere a un lungo lavoro di mascheramento quotidiano.

Quali sono i trucchi

La dermopigmentazione – o dermocolorazione – è uno di questi metodi. Si effettua con tecniche simili al tatuaggio, il microblading e il dermografo, che colorano e disegnano dove serve. Un trucco permanente molto famoso è quello usato dalle donne arabe, il kajal o lo henné, per decorare occhi e braccia alle feste. Esistono matite indelebili che rendono lo stesso effetto in modo indolore, ma non durano più di qualche settimana. I veri trucchi permanenti si basano sul lavoro di aghi e lamette. Il dermografo è uno strumento formato da un gruppo di sottilissimi aghi che mirano a creare un colore diffuso e corposo. Può lavorare anche con più sfumature. Si usa per perfezionare sopracciglia, per colorare labbra, per creare un eyeliner eterno sulle palpebre. A volte si usa per ricostruire il colore del capezzolo nelle donne malate di tumore. Così si eliminano cicatrici, linee storte, pallori … . Il microblading invece utilizza micro lame che disegnano in dettaglio soprattutto i peli. Per questo si usa quasi soltanto per sistemare le sopracciglia con un effetto molto naturale perché i peli sembreranno veri, ma mai eccessivi! Il tatuaggio tradizionale invece si può usare allo stesso scopo, o anche allo scopo di creare un contorno labbra ben definito. Ma si tratta di un trattamento troppo definitivo e forse più traumatico per zone delicate come le labbra. Prima di sottoporvi a questi trattamenti però consultate il medico perché non tutti i tipi di pelle possono sopportarli.

Il costo di questi trucchi varia dalle 400 alle 1000 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here