A partire dal 19 maggio si può modificare ed inviare la dichiarazione precompilata all’Agenzia delle Entrate. L’AdE ha pubblicato la Guida 730 precompilato 2021 proprio il 19 maggio. Contiene tutte le indicazioni per scegliere il modello giusto, verificare i rimborsi spettanti, gli importi da pagare, le scadenze.

Quali sono le novità? Quali date rispettare?

Diamo un’occhiata al Vademecum delle Entrate per i contribuenti.

Guida 730 precompilato 2021: ecco le novità

Quest’anno sono presenti novità nel 730 precompilato 2021 tra cui:

– Superbonus 110%;

– Bonus facciate;

– Bonus vacanze;

– Spese scolastiche, erogazioni liberali agli istituti scolastici con relativi rimborsi (se comunicati all’AdE);

– dichiarazione dell’erede il quale, una volta abilitato, può accedere alla dichiarazione dei redditi completa dei dati, degli oneri deducibili e detraibili sostenuti dalla persone deceduta nonché ad altre informazioni presenti nell’Anagrafe Tributaria.

Sono disponibili tre diversi modelli precompilati: 730 (per lavoratori dipendenti e pensionati), Redditi Web e Redditi Online.

Se il contribuente accetta il 730 precompilato senza modificarlo, l’Agenzia delle Entrate non effettuerà controlli sui documenti attestanti le spese (mediche, scolastiche) indicate nella dichiarazione. Se, invece, effettua modifiche, l’Agenzia potrà procedere con il controllo formale di tutti gli oneri indicati.

Dichiarazione precompilata 2021: riepilogo delle scadenze da rispettare

La Guida dell’Agenzia delle Entrate contiene anche il calendario delle scadenze da rispettare per la dichiarazione precompilata.

Dal 19 maggio è possibile accettare, modificare ed inviare il 730 precompilato 2021 tramite applicazione web.

Ecco le altre scadenze:

– dal 25 maggio si può inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW/ Redditi correttivo per modificare e sostituire il 730 o modello Redditi già inviato. E’ possibile anche annullare (una sola volta, entro il 22 giugno) il 730 inviato presentando una nuova dichiarazione tramite l’app web;

– dal 26 maggio si può sfruttare la compilazione assistita per oneri detraibili e deducibili da riportare nel quadro E;

– il 30 giugno scade il termine per versare il saldo ed il primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi;

– il 30 luglio, per contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi, scade il termine per pagare il saldo o il primo acconto, con maggiorazione dello 0,40% d’interesse;

– il 30 settembre è il termine ultimo per inviare il 730 precompilato all’AdE tramite applicazione web;

– chi non vuole effettuare il secondo o unico acconto Irpef o vuole effettuarlo in misura inferiore ha tempo di comunicarlo al sostituto d’imposta entro il 10 ottobre;

– il 25 ottobre è l’ultimo giorno per presentare il 730 integrativo al CAF o professionista abilitato soltanto se l’integrazione si riferisce a minor debito, maggiore credito o imposta invariata;

– il 730 correttivo si può presentare entro il 10 novembre tramite applicazione web;

– entro il 30 novembre si può presentare il modello Redditi precompilato e Redditi aggiuntivo del 730 (frontespizio e quadri RM, RT e RW), il modello Redditi correttivo del 730, pagare il secondo o unico acconto (in caso di 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here