Ci sono importanti novità relative alla detrazione delle spese scolastiche e universitarie nel Modello 730/2021.

Ecco le istruzioni per chiedere il rimborso Irpef del 19%, ovvero il limite massimo detraibile e il tipo di acquisti che danno diritto alla detrazione fiscale.

Detrazione Spese scolastiche e universitarie nel Modello 730/2021: per quali costi?

Sono detraibili nella misura del 19% le spese universitarie, che si riferiscono agli importi sostenuti per la frequenza dei corsi di istruzione:

  • spese per corsi di perfezionamento e/o di specializzazione universitaria;
  • spese per corsi di istruzione universitaria presso Università statali e non statali;
  • spese per corsi tenuti presso università o istituti pubblici o privati, italiani o stranieri.

Si possono detrarre anche le seguenti spese:

  • soprattasse per esami di profitto e laurea;
  • tasse di immatricolazione e iscrizione;
  • la frequenza dei Tirocini Formativi Attivi (TFA) per la formazione iniziale dei docenti;
  • la partecipazione ai test di accesso ai corsi di laurea, se previsti dalla facoltà.

Spese scolastiche e universitarie nel Modello 730/2021: limiti detrazione

Nel Decreto MIUR n. 44 pubblicato in GU il 22 febbraio 2021 sono riportate le informazioni di riferimento per quanto riguarda le università statali.

I limiti per la detrazione fiscale variano a seconda dell’area geografica dove ha sede la struttura universitaria e dell’area disciplinare cui appartiene il corso d’istruzione.

I limiti per la detrazione relativi all’area medica sono:

  • 700 euro per gli atenei del Nord Italia,
  • 900 euro per gli atenei del Centro Italia,
  • 800 euro per gli atenei del Meridione italiano.

I limiti per la detrazione relativi all’area sanitaria sono:

  • 600 euro per gli atenei del Settentrione italiano,
  • 200 euro per gli atenei del Centro Italia,
  • 600 euro per gli atenei del Sud Italia.

I limiti per la detrazione relativi all’area scientifico-tecnologica sono:

  • 500 euro per gli atenei del Nord Italia,
  • 400 euro per gli atenei del Centro Italia,
  • 600 euro per gli atenei del Sud Italia.

I limiti per la detrazione relativi all’area umanistico-sociale:

  • 800 euro per gli atenei del Settentrione italiano,
  • 300 euro per gli atenei del Centro italiano,
  • 500 euro per gli atenei del Meridione italiano.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here