Il Premier Draghi ha annunciato un nuovo scostamento di bilancio inserito nel Def di metà aprile.

Nell’incontro con i sindacati il presidente del Consiglio non ha escluso un rinvio del blocco licenziamenti:

“La posizione del governo non cambia, sblocco a giugno”.

Il Presidente del Consiglio Draghi non nega un’ulteriore proroga del blocco ai licenziamenti.

Si tratta di una possibilità che sarebbe emersa durante l’incontro con i Sindacati a Palazzo Chigi con Pierpaolo Bombardieri, Luigi Sbarra e Maurizio Landini, Segretari Generali di UIL, Cisl e Cgil.

Lavoro, Blocco licenziamenti e Cassa Integrazione fino all’estate

Sul tavolo del Governo Draghi è previsto il blocco dei licenziamenti attualmente in vigore fino al 31 marzo.

La proroga del blocco licenziamenti dovrà accompagnare la nuova Cassa Integrazione Covid estesa dal Governo fino a 26 settimane nel Decreto Ristori 5.

Stop ai licenziamenti, nuova proroga: Draghi prende tempo

Allo stato attuale il Premier Draghi si è limitato a rinviare la questione nel vertice col Ministro del Lavoro Andrea Orlando.

Il Governo è intenzionato a mantenere lo stop dei licenziamenti fino al 30 giugno e fino al 31 ottobre, a seconda del settore di utilizzo della Cassa Integrazione Covid-19.

I Sindacati premono il Governo affinchè proroghi lo stop ai licenziamenti per tutta la durata dell’emergenza Covid-19, almeno fino al 31 ottobre.

Lavoro, Blocco licenziamenti: gli emendamenti del M5S

Il M5S ha depositato a Palazzo Madama degli emendamenti al Decreto Sostegni che prevedono la proroga del blocco dei licenziamenti fino al 31 ottobre per tutte le aziende e fino alla fine dell’anno 2021 per quei datori di lavoro che hanno accesso all’assegno ordinario e alla CIG in deroga.

Una nota di Nunzia Catalfo sottolinea:

“Con questa modifica normativa intendiamo dare una risposta concreta alle richieste del mondo del lavoro, estendendo al 31 ottobre il divieto di licenziamento, attualmente fissato al 30 giugno, per tutte le aziende, e fino al 31 dicembre 2021 per quelle che hanno accesso all’assegno ordinario e che non hanno utilizzato interamente le settimane attualmente previste.”

Lavoro, al Fondo sociale per occupazione e formazione altri 400 milioni

Il Decreto Sostegni rifinanzia con 400 milioni di euro per il 2021 il Fondo sociale per occupazione e formazione presso il Ministero del Lavoro.

Si tratta di un plafond di risorse che sarà utilizzato per le crisi aziendali.

Lavoro, Decontribuzione per i professionisti e per i lavoratori autonomi

Sono in arrivo novità anche per Partite IVA e per i lavoratori autonomi: in arrivo 1,5 miliardi di euro in più sul fondo per l’esonero dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e professionisti, che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non eccedente a 50.000 euro e abbiano avuto calo di fatturato non inferiore al 33% rispetto a quelli 2019.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here