Manca poco alla ripartenza delle notifiche relative alle cartelle esattoriali: sono 35 milioni gli atti congelati che il Fisco notificherà.

Si tratta di un numero notevole di atti, ai quali si aggiungono i 15 milioni di comunicazioni e avvisi dell’Amministrazione fiscale ripartiti già da alcune settimane.

Oltre alla ripresa dell’attività di notifica delle cartelle esattoriali, si dovrà tenere conto anche dei vari pagamenti sospesi.

Il 31 maggio 2021 è il termine ultimo per pagare le rate scadute nel periodo di sospensione.

Fisco e Cartelle esattoriali: ripartenza di notifiche e pignoramenti

Dopo la sospensione dettata dalla grave emergenza sanitaria l’Agenzia delle Entrate si prepara a ritornare alla “normalità” con la ripresa delle attività di riscossione.

Il provvedimento con numero di protocollo 88314/2021 autorizza dal 1° maggio la ripartenza di notifiche e pignoramenti riguardanti circa 15 milioni di atti sospesi nel corso dell’ultimo anno.

Pertanto, dopo il 30 aprile 2021 riprendono:

  • i pignoramenti presso terzi relativi alle somme dovute a titolo di stipendio, altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego,
  • i pagamenti delle rate dei piani di rateazione che scadono tra l’8 marzo 2020 e il 30 aprile 2021,
  • i termini di versamento derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento esecutivi, la cui scadenza rientra nel periodo 8 marzo 2020 e 30 aprile 2021,
  • le attività di notifica di nuove cartelle relative alle entrate tributarie e non tributarie.

Fisco: quali sono le nuove scadenze fiscali prorogate?

Ecco di seguito il calendario delle scadenze fiscali prorogate:

  • 31 luglio 2021: termine di versamento delle rate delle definizioni agevolate dei carichi affidati alla riscossione in scadenza nell’ultimo anno,
  • 30 novembre 2021: termine di versamento delle rate in scadenza nel periodo 28 febbraio-31 luglio 2021,
  • un anno in più dei termini per la notifica delle cartelle di pagamento, relative ai nuovi carichi affidati fino al termine del corrente anno 2021;
  • due anni in più dei termini di decadenza e prescrizione delle entrate, tributarie e non tributarie.

Fisco: occhio ai controlli in arrivo

Nelle prossime settimane sono in arrivo una raffica di controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

I controlli in arrivo riguarderanno accertamenti vari, irrogazione di sanzioni, liquidazioni, contestazioni, rettifiche e determinati recupero crediti di imposta.

Si tratta di una serie di atti relativi al periodo pre-scoppio emergenza pandemica.

La stessa Amministrazione fiscale ha annunciato che presto ci saranno accertamenti per la notifica di 15 milioni di atti in sospeso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here