tiroide-dettaglio-disegno
la tiroide nel suo dettaglio. Come avere bonus tiroide?

Nell’ultimo periodo si è sentito molto parlare del cosiddetto “bonus tiroide”, ma di che cosa si tratta esattamente?

La tiroide può essere una parte delicata del corpo umano e spesso responsabile di numerose patologie. Il bonus tiroide 2021 non è altro che un assegno di invalidità civile percepibile con cadenza mensile, destinato ai soggetti che hanno dei particolari tipi di disturbi alla tiroide. Per poter ottenere il bonus tiroide è necessario presentarsi alla commissione medica dell’Inps dove verrà effettuata una visita per stabilire se si è idonei al ricevimento dell’indennità.

A chi spetta il bonus?

Questo assegno di invalidità civile erogato dall’Inps è destinato a coloro che soffrono determinati tipi di disturbi alla tiroide, per la precisione: carcinomi tiroidei, gozzo, ipotiroidismo, ipertiroidismo. L’attestato medico rilasciato dall’Inps dopo la visita medica attesterà la possibilità o meno di ricevere il bonus tiroide.

I requisiti per ottenere il bonus tiroide 2021

Come già detto, sarà necessario sottoporsi ad una visita dalla commissione medica dell’Inps per poter verificare l’idoneità al bonus tiroide. È possibile richiedere l’indennità presentando una domanda di invalidità civile all’Inps.

Tuttavia, è necessario avere i certificati medici che attestano i disturbi della tiroide. Questi sono  reperibili presentando una domanda per l’accertamento dell’invalidità alla commissione sanitaria dell’Asl locale. Quindi sarà necessario chiedere al medico di base di compilare il certificato introduttivo che si trova sul sito dell’Inps.

Con il certificato introduttivo il vostro medico non dovrà soltanto compilare i vostri dati anagrafici. Sarà compito suo anche includervi tutte le patologie che possono essere rilevanti al fine di ottenere l’idoneità per il bonus tiroide.

Richiesta bonus tiroide domanda

Una volta giunti al termine di questa procedura, otterrete una ricevuta cartacea ed una copia del certificato medico originale, che ha una validità di 90 giorni. Ora si può procedere con quella che è la vera e propria domanda.  Visitando il sito dell’Inps ed effettuando l’accesso, oppure rivolgendosi ad un patronato. Infine otterrete una data per la visita che sarà stabilita in base ai giorni e gli orari disponibili presso l’Asl del vostro CAP. La domanda bonus tiroide 2021 merita una attenta compilazione.

Ricordiamo che, al momento della visita, è necessario portare con sé dei documenti, ovvero: la prova di TSH, il certificato medico originale ed infine la carta d’identità e la tessera sanitaria. Aggiuntivamente, bisognerà portare l’ecografia tiroidea per gozzo semplice e gozzo nodulare, ipotiroidismo, tiroiditi o qualsiasi altro documento che sia di supporto per il vostro disturbo della tiroide.

La comunicazione dell’Inps

Infine, il paziente riceverà una comunicazione da parte dell’Inps, ovvero il verbale di visita, redatto dalla Commissione medica. Questo documento verrà spedito per posta tradizionale oppure tramite e-mail. Saranno consegnate due copie: la prima contiene i vostri dati sanitari, anche sensibili, mentre la seconda avrà al suo interno il giudizio finale stabilito dalla Commissione sanitaria dell’Asl con allegata la relativa percentuale di invalidità.

A quanto ammonta il bonus tiroide 2021?

Per coloro alla quale è stato riconosciuto il bonus tiroide, verrà erogato un assegno mensile da parte dell’Inps. L’ammontare del bonus tiroideo è il seguente:

  • Chi ha un’invalidità dal 74% al 99%: 286,01 euro
  • Per chi non è autonomo e ha bisogno di assistenza continua: 520,29 euro
  • Coloro che hanno un’invalidità del 100%: 550 euro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here