Pasta italiana. E’ Record storico per le esportazioni che superano i 3 miliardi di euro, nell’anno del Covid. Si è trattata di una crescita del 16% rispetto all’anno precedente, in controtendenza con il trend generale dell’export Made in Italy. Gli Stati Uniti sono diventati i maggiori consumatori mondiali di pasta italiana, fuori dai confini nazionali. Aumento record del 40% per la pasta negli U.S.A., che superano di slancio Francia, Germania e Gran Bretagna. Crescita rilevante anche negli altri continenti con un aumento del 39% in Australia e una crescita del 16% in Giappone e del 23% in Cina.

Pasta, impennata di vendita anche in patria

Impennata delle vendite anche in patria dove, in particolare la pasta prodotta con grano italiano ha avuto una crescita del 29% nelle vendite. Una tendenza di crescita che ha coinvolto quasi tutti i principali marchi italiani. La necessità di passare il tempo fra le mura domestiche a causa del lockdown ha spinto le famiglie italiane ad un ritorno alla cucina casalinga con la riscoperta delle ricette della tradizione, a partire proprio dai primi a base di pasta.

x