Il mercato dell’auto in Italia, colpito duramente dalla pandemia, stenta a ripartire anche nel mese appena trascorso. Le immatricolazioni nel mese di febbraio sono calate del 12,3%. Nello specifico, i marchi del gruppo Stellantis hanno totalizzato un -13% con il grosso delle perdite di mercato rappresentato dai marchi ex FCA. Negative le performance anche degli altri produttori.

Mercato dell’auto, è crisi anche per le grandi marche

In particolare, Volkswagen e Renault perdono oltre il 30% delle immatricolazioni rispetto a febbraio 2020. Crescono invece i marchi Toyota, Suzuki e Smart, forti di un ricco catalogo di veicoli full-electric o plug-in. Audi e Bmw contengono le perdite, Mercedes perde quasi un 20% e Volvo è in crescita.

Meno auto a Km 0

Durante questa pandemia si è molto ridotto in particolare il ricorso alle auto a chilometri zero. Le incognite sul commercio, visto la tendenza negativa, sono parecchie. Una parte consistente dei bonus per l’acquisto di nuove auto andrà esaurita nelle prossime settimane e questo potrebbe ulteriormente deprimere il mercato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here