La bella e la bestia è un film d’animazione del 1991 diretto da di Gary Trousdale e Kirk Wise.

Si tratta del 30º Classico Disney ed è basato sulla fiaba La bella e la bestia di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, prendendo alcune idee dall’omonimo film del 1946.

Cosa potete apprendere da questo cartoon Disney?

Ecco le frasi motivazionali più belle del film!

La bella e la bestia: la forza delle parole e il potere dei libri

Belle è una ragazza dai lunghi capelli castani, molto attraente, indipendente e intelligente. Inoltre, è una sognatrice e una vera amante dei libri.

Belle: Buongiorno! Sono venuta a restituirle il suo libro.
Bibliotecario: Lo hai già finito?
Belle: L’ho letto tutto d’un fiato. Ha niente di nuovo?
Bibliotecario: Sei venuta solo ieri!
Belle: Non fa niente! Allora se permette… Mi prenderò questo!
Bibliotecario: Vuoi questo?! Ma lo hai già letto due volte!
Belle: È il mio preferito! Posti esotici, intrepidi duelli, incantesimi, un principe misterioso!
Bibliotecario: Se ti piace così tanto, allora te lo regalo.
Belle: Ma signore…!
Bibliotecario: Insisto!
Belle: Be’, la ringrazio… La ringrazio con tutto il cuore!

La bella e la bestia: la cultura fa la differenza

Belle è capace di guardare oltre le apparenze, motivo per il quale aborra le avance dell’avvenente quanto cinico Gaston.

Fu animata da James Baxter. I realizzatori ritennero che Belle dovesse essere inconsapevole della sua bellezza, così presero spunto da Paige O’Hara a causa di un “suono unico” che lei aveva, “un po’ alla Judy Garland”. Infatti, il personaggio di Belle fu modellato sulle cui sembianze. Anche il volto di Audrey Hepburn servì per modellare il viso di Belle.

Gaston: Belle, sarebbe ora che ti togliessi dalla testa questi libri e ti occupassi di cose più importanti… Per esempio di me! Ormai ne parla tutta la città; non è giusto che una donna legga. Le vengono in testa strane idee e comincia a pensare!

Belle: Gaston, sei decisamente primordiale!

Gaston: Grazie, Belle!

La bella e la bestia: la bellezza è nel cuore

Belle alla fine s’innamora della Bestia e trova l’umano di buon cuore celato in lui.

Chris Sanders, uno degli artisti dello storyboard del film, abbozzò i progetti per la Bestia sulla base di disegni di uccelli, insetti e pesci, prima di arrivare a qualcosa di vicino al disegno finale. Glen Keane, animatore supervisore per la Bestia, raffinò il disegno andando allo zoo e studiando gli animali su cui si basava la Bestia.

È inutile illudersi. Quella ragazza non vedrà mai niente in me… tranne che un mostro. È inutile. (Bestia)

Qualcosa in lui si trasformò | era sgarbato, un po’ volgare, ora no | è timido, piacevole | non mi ero accorta che ora è incantevole. (Belle)

Lo sguardo suo, su me posò | sfiorò la zampa ma paura non provò | son certo che, mi sono illuso | lei non mi aveva mai guardato con quel viso. (Bestia)

Dopo tutto questo tempo ha finalmente imparato ad amare. (Mrs. Bric)

Quando sembra che | non succeda più | ti riporta via | come la marea | la felicità | Ti riporta via | come la marea | la felicità. (Coro)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here