A Napoli soggetti provenienti da diverse province hanno violato la zona arancione. Ma non per comprovati motivi, così come prevedono le norme anti Covid. Ma per ben altro. I trasgressori hanno subìto una muta e non solo.

Napoli, oltrepassano la zona arancione. Il motivo

Nel pomeriggio del 22 u.s. i poliziotti del Compartimento Polizia Ferroviaria Campania, impegnati nei controlli nella Stazione di Napoli Centrale, hanno deferito in stato di libertà due giovani responsabili, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

La denuncia e la multa

I due, G.D., 23 anni e D.L., 25 anni, entrambi residenti in provincia di Salerno, sono stati  notati dai poliziotti della Polizia ferroviaria nell’area di parcheggio vicina alla stazione e invitati a esibire la prescritta autocertificazione attestante il motivo della loro presenza in città. Nessuno dei due ne era provvisto nè forniva motivi validi a giustificare lo spostamento. Gli operatori pertanto hanno approfondito gli accertamenti, verificando che entrambi annoveravano diversi precedenti per spaccio di stupefacenti. E infatti, una volta perquisiti, sono stati trovati  in possesso di 21 grammi di marijuana  e 1 grammo di cocaina, che sono stati sottoposti a sequestro penale , oltre alla somma di euro 65,00 che veniva strappata da uno dei due nel tentativo di occultarla. Ai due è stata applicata anche la multa di 400,00 euro per la violazione delle misure di contrasto alla diffusione del Covid.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here