Mario Draghi, nel discorso programmatico con cui si è presentato alle camere, ha messo al centro le categorie più svantaggiate dalla pandemia. Il premier, nei cinquanta minuti del suo intervento, ha più volte posto l’accento sulla parità di genere, sulle difficoltà delle donne che nel corso del 2020 hanno perso il posto di lavoro. Il discorso si è poi spostato sulle differenze salariali rispetto agli uomini e sulla scelta tra famiglia e carriera che troppo spesso le donne sono costrette a fare.

Mario Draghi, la vera parità

Draghi, in un momento in cui il tema dell’uguaglianza di genere è tornato al centro del dibattito economico e politico, ha chiarito che la vera parità richiede che tra uomini e donne siano garantiti le stesse possibilità competitive.
L’altra priorità del suo governo verterà sui giovani. Quelli che non hanno potuto proseguire o completare gli studi nel 2020. Quelli che hanno perso impieghi già in partenza precari, e coloro che sono stati costretti a emigrare per trovare possibilità altrove, privando l’Italia di risorse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here