In Italia il blocco dei licenziamenti dura ininterrottamente da marzo 2020. È probabile che si arrivi ad una mini-proroga per prolungare la misura a favore dei lavoratori.

Blocco dei licenziamenti, via libera agli ammortizzatori sociali

In merito all’utilizzo degli ammortizzatori sociali si sta discutendo su una soluzione che sfrutti la Cig d’emergenza per un ulteriore periodo. Il neoministro del lavoro Andrea Orlando ha, come primo impegno, quello di avviare la riforma degli ammortizzatori sociali. Nonchè di legare il loro utilizzo ai servizi di formazione e riqualificazione del personale ed alle politiche attive per la crescita del mercato del lavoro. Le organizzazioni sindacali , preoccupate dal sopraggiungere del termine del periodo di blocco dei licenziamenti, ritengono la probabile mini-proroga non sufficiente a tranquillizzare le varie parti in gioco sulla tutela nel medio temine della forza lavoro sul territorio nazionale.

La risposta del ministro Orlando

Il ministro Orlando, grazie anche alla sua grande esperienza politica, dovrà trovare un compromesso che soddisfi i sindacati e le aziende. I sindacati premono per una nuova proroga generalizzata del blocco dei licenziamenti. Blocco che auspicano duri più mesi. Le aziende chiedono di superare il blocco per poter avviare i processi di ristrutturazione aziendale. Infine la speranza è di assumere giovani e nuove competenze necessarie per far ripartire l’economia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here