Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Cinema e Televisione

Notturno: tutte le curiosità sul documentario di Gianfranco Rosi candidato all’Oscar

È arrivato a mezzanotte, ora italiana, l’atteso annuncio che Notturno di Gianfranco Rosi è nelle short list agli Academy Awards® tra i candidati a Miglior Documentario.

Un ulteriore traguardo nella corsa alla più prestigiosa delle statuette che avrà il suo prossimo step il 15 marzo, data in cui saranno rese note tutte le nomination.

Notturno: le dichiarazioni degli addetti ai lavori

Notturno di Gianfranco Rosi si afferma in una competizione molto difficile dove gareggia la grande diversità del cinema di tutto il mondo – dichiara Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema.

È il suo sguardo universale sulle guerre, la sua intensità e la sua personale visione di cinema che riesce ancora una volta a farsi intendere ad ogni latitudine. Nelle storie dimenticate delle vittime e in quelle individuali di sopravvivenza Gianfranco Rosi mette sempre al centro l’uomo, può mostrarci i confini tra la vita e la morte, tra la vita e l’inferno, può calarsi nell’orrore della guerra e nella semplice quotidianità di chi tenta di ricucire la propria esistenza, nel suo cinema scorgeremo sempre la verità e l’intimità dell’animo umano. È questa la forza di Notturno, è questo che spinge le sue storie oltre ogni confine. Ora ci aspetta un percorso ancora molto duro, la qualità degli altri titoli in gara è straordinariamente alta, ma la candidatura anche nella categoria del Miglior Film ha contribuito a dare maggiore visibilità in un anno in cui fare campagna è stato particolarmente difficile. Notturno si è battuto contro 238 documentari, molti dei quali americani, per Rai Cinema è un onore essere ancora una volta al fianco di Gianfranco Rosi e Donatella Palermo”.

Aggiunge la produttrice Donatella Palermo: Notturno ha avvicinato noi occidentali alla comprensione del Medioriente. Una volta visto il film, i volti e le parole dei bambini, delle donne restano per sempre nel cuore degli spettatori. È come se i protagonisti del film avessero affidato a Gianfranco il mandato di far conoscere al mondo la loro storia, le sofferenze patite e l’ingiustizia subita. Per questo, per tutti loro oggi sono felice per questo passo avanti nel cammino di Notturno. In questi mesi, dall’anteprima veneziana ad oggi Notturno è stato visto da tantissime persone. Ha avuto pagine e pagine di giornali in tutto il mondo e l’endorsement sentito e appassionato di grandi personalità. E la designazione italiana è stata fondamentale anche per arrivare alla long list del Documentary Award, per la visibilità e l’attenzione che ha dato al film”.

 Notturno: i festival

Presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia, il film è poi passato nei maggiori festival internazionali, da Toronto a Londra, da Chicago a New York, da San Paolo a Busan, da Tokio all’IDFA di Amsterdam (dove Rosi è stato ospite d’onore con una personale a lui dedicata), ottenendo ovunque un grande consenso.

Il film di Rosi, che è da poco uscito in Nord America distribuito dalla SUPER LTD – NEON (la stessa che ha portato agli Oscar Honeyland e Parasite) è anche tra i cinque titoli scelti – unico film italiano – come Miglior Film Indipendente Internazionale ai BIFA – British International Film Awards, e ha ricevuto il Nastro d’Argento dell’anno 75 per il Cinema del reale.

Notturno: la critica internazionale

Molte le lodi arrivate dalla critica internazionale: la prestigiosa firma del NEW YORK TIMES A.O. Scott ne ha scritto come “Il devastante e sorprendentemente delicato film di Rosi sulla guerra e la sopravvivenza in Medio Oriente, che vale la pena cercare”.

Definito come “ipnotico, Notturno sfida la mente e premia l’occhio. Le qualità del film sono chiare come il giorno” da Ben Croll per INDIWIRE.

Per ROLLING STONE Notturnoè tra i dieci migliori film visti a Toronto”.

Per THE WRAP è “una delle opere più contemplative sulla guerra”.

Per David Katz di THE FILM STAGE “il documentario straordinario conferma ulteriormente la padronanza di Gianfranco Rosi dello stile da lui scelto”.

Mentre su THE GATE, Andrew Parker scrive “silenziosamente incendiario. Rosi è un maestro nel catturare immagini profonde che parlano della condizione umana, e il suo ultimo, Notturno, non fa eccezione…”.

Per Pat Mullen per POV MAGAZINE “Gianfranco Rosi dimostra perché è un Maestro. Uno dei documentari di punta non solo del Toronto International Film Festival, ma dell’anno”.

Secondo A. Katrin Titze di EYE FOR FILM “la macchina da presa di Rosi lascia che la luce e i paesaggi, le case in frantumi e l’umanità fratturata parlino da soli”.

E ancora “Notturno colpisce e impatta enormemente” per Dustin Chang di SCREENANARCHY.

Notturno: trama

Girato nel corso di tre anni sui confini fra Siria, Iraq, Kurdistan, Libano, Notturno mette a fuoco, da diverse prospettive, buio e luci della vita quotidiana degli abitanti della martoriata regione del Medio Oriente, fra la riconquista di Mosul e Raqqa, strappate all’ISIS nell’estate-autunno 2017, l’offensiva turca contro il Rojava curdo-siriano nell’autunno 2019 e l’assassinio del generale iraniano Soleimani per mano statunitense a Baghdad nel gennaio 2020.

Il film, tuttavia, non è un reportage sull’interminabile guerra che insanguina la regione perlomeno dall’invasione americana dell’Iraq e la guerra civile siriana, bensì una narrazione per immagini e incontri ravvicinati che costruisce un’unità umana al di là delle divisioni geografiche.

Di questo stato di tragedia permanente Rosi mostra gli effetti accompagnando al tempo stesso con discrezione ed empatia donne, bambini e uomini in momenti cruciali delle giornate, lasciando a loro la parola, registrata in presa diretta, fra interni intimi e drammatici (case, carceri, ospedali) ed esterni segnati dalle divisioni, dai conflitti, da durezze e fatiche, ma anche da momenti di toccante condivisione.

Notturno: produzione e vendite estere

Notturno è una produzione 21Uno Film – Stemal Entertainment con Rai Cinema e Istituto Luce – Cinecittà, con il contributo di Dg Cinema e Audiovisivo – Mibact e con il supporto di Eurimages, e in coproduzione con Les Films D’Ici con Arte France Cinéma e con No Nation Films – Mizzi Stock Entertainment con Medienm Board e Dhoa Film Institute.

È distribuito in Italia da 01 Distribution. Le vendite internazionali sono di The Match Factory che lo ha venduto tra gli altri paesi in Austria, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Slovenia, Croazia, Serbia, Portogallo, Polonia, Svizzera, India, Giappone, Taiwan, Regno Unito, Turchia, tutti i paesi dell’America Latina e in America del Nord.

Qui sotto potete vedere il trailer ufficiale.

https://www.youtube.com/watch?v=tephJxFuw1w

Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.