Chi è Nicola Pisu? Ecco quello che non sapevate sul figlio di Patrizia Marigliani, nipote  dello storico patron di Miss Italia Enzo Mirigliani.

Nei prossimi paragrafi vedremo tutti i dettagli sulla vita di Nicola Pisu. Quanti anni ha? Chi è il padre? Che lavoro fa? Ha ancora problemi con la droga?

Chi è Nicola Pisu?: età, biografia e vita privata

Nicola Pisu è il figlio di Patrizia Marigliani, nipote dello storico patron di Miss Italia Enzo Mirigliani. Tuttavia, il nome Nicola appartiene a quello del bisnonno paterno che ha lavorato nelle miniere in America, dove ha anche perso la vita. Il giovane nasce dall’amore tra Patrizia Mirigliani, che ha gestito per anni la direzione artistica di Miss Italia, e l’imprenditore Antonello Pisu. Il rapporto con i genitori è decisamente altalenante e burrascoso. In un’intervista a Tpi.it Patrizia Mirigliani racconta di essere stata costretta a denunciare il figlio.

“Se sono arrivata al punto di denunciare mio figlio è perché sono distrutta. [..] Sono dodici anni che Nicola mi ruba a casa. Io e il padre siamo disperati, è la battaglia più devastante che abbia mai fatto”, ha dichiarato Patrizia.

Nicola Pisu: problemi con la droga, la denuncia della madre

Nicola rimane vittima della droga all’età di 18 anni e da allora la madre confessa di averlo fatto ricoverare in ben 7 differenti comunità. Tuttavia nulla è cambiato, nell’ultimo periodo il rapporto parentale si era inasprito sempre più, tanto da portare la madre a denunciare il figlio con le accuse di: minacce, violenza ed estorsione. Al giovane è stato imposto il braccialetto alla caviglia e l’obbligo di distanziamento di 400 metri dalla propria madre.

“Nicola, ormai 32enne, sta facendo un percorso terapeutico, ma oggi ha raggiunto una nuova consapevolezza: ha capito che le droghe tolgono la coscienza. Si è sentito smarrito, è buono ma è anche fragile. Aveva bisogno di più amore, il problema è stato causato dal mondo intorno, a scuola ha subito tanto bullismo”, ha dichiarato la Mirigliani.

Ho denunciato mio figlio per salvarlo, non c’era altra soluzione. Quando si prende una decisione come questa lo si fa perché si è soli. La pietà di una madre non aiuta un figlio. Mi chiedeva continuamente soldi, una richiesta che si accentuava quando aveva più bisogno di sostanze. Quando è arrivata la denuncia si è voluto vendicare raccontando tutto alla stampa – e prosegue – oggi però mi ringrazia perché gli ho dato modo di pensare, ha capito che per fare questo ero disperata”.

La risposta di Nicola Pisu alla denuncia

Tuttavia, come ogni tossico dipendente, il giovane non ha compreso nell’immediato il gesto disperato della madre, che stava solo cercando di “salvarlo”. Infatti in un’intervista Nicola Pisu aveva dichiarato che la madre lo aveva cacciato di casa, dicendogli espressamente di doversi fare una vita lontano da lei. “Ma lei non lo può fare, per legge mi deve mantenere fino ai 34 anni, non può lasciarmi così e io le farò una denuncia civile. Ora lei mi ha fatto tre denunce e ha chiesto a tutti quelli che mi conoscono di non aiutarmi. Io non nascondo i miei problemi con la droga, sono cominciati a 18 anni, adesso ne ho 31, in passato ho fatto qualche furtarello a casa, ma sono un bravo ragazzo e ora sono pulito”, aveva dichiarato il giovane, e aveva aggiunto: “Mia madre ha fatto la cosa più brutta che si può fare a un figlio e voglio renderla pubblica, è imperdonabile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here