“Cento anni fa: luci ed ombre sulla scoperta dell’insulina” a cura dell' Accademia di Medicina di Torino

Venerdì 29 gennaio alle 17.30, l’Accademia di Medicina di Torino organizza una seduta scientifica in diretta streaming che porta il titolo di:
“Cento anni fa: luci ed ombre sulla scoperta dell’insulina”.

L’incontro è introdotto dal professore di Medicina Interna all’Università di Torino e Presidente della Società Italiana di Diabetologia dal 2008 al 2010, Paolo Cavallo Perin.

Il relatore invece è Massimo Porta, professore di Medicina Interna all’Università di Torino e Segretario generale della “European Association for the Study of Diabets” (EASD) dal 1999 al 2001.

Entrambi, il Professor Cavallo Perin e il Professor Porta, sono soci ordinari dell’Accademia di Medicina di Torino.

Quest’anno cade il centenario dall’inizio degli esperimenti che portarono a sviluppare estratti di “insulae” pancreatiche, ovvero l’ insulina: fondamentale per salvare molte vite umane, soprattutto bambini e giovani adulti, finalmente dopo molte morti, tutti quelli che cioè venivano colpite da diabete di tipo 1.

Un miracolo della scienza a tutti gli effetti, una scoperta della medicina moderna ,che ha permesso di far nascere questo farmaco per via razionale, quindi dopo accurata ricerca scientifica e non per serendipità, chiamata così la scoperta casuale in una ricerca scientifica che però voleva trovare altre soluzioni.

1921 e la scoperta dell’Insulina, che ha cambiato il mondo dei diabetici

Dalla scoperta dell’insulina quasi 100 anni fa sono stati fatti passi da gigante. Le formulazioni di insulina sono migliorate notevolmente, i livelli di zucchero nel sangue possono essere misurati continuamente.

Tuttavia, questo trionfo della scienza medica fu accompagnato da una serie di incomprensioni, approssimazioni ed anche omissioni che, dopo un secolo, dimostrano come anche i giganti della ricerca possono umanamente non essere sempre all’altezza delle scoperte da loro stessi realizzate.

Dove tutto ebbe inizio?
100 anni fa, la scoperta dell’insulina da parte dell’Università di Toronto ha cambiato il mondo. I ricercatori pionieri dell’università nello sforzo erano anche leader della Endocrine Society.

Nell’estate del 1921, Frederick Banting e Charles Best stavano portando avanti le idee di Banting sulla malattia nel dipartimento del professor John MacLeod a Toronto.

La scoperta dell’insulina nel 1921 trasformò il diabete da una condanna a morte a una condizione cronica.

I ricercatori di Toronto estraggono con successo l’insulina dal pancreas di un cane e ne testano, portando speranza per la prima volta alle persone con diabete.
Poi fu Leonard Thompson, un ragazzo di 14 anni che pesava poco più di 29 chili, a diventare la prima persona con diabete ad essere curato con l’insulina.

Celebriamo il 100 ° anniversario dell’insulina con questa conferenza da seguire online: dove?

In ottemperanza alle disposizioni del DPCM relative alle misure di contenimento della pandemia, si potrà seguire l’incontro solo collegandosi al sito

www.accademiadimedicina.unito.it

diabete di tipo 1 scoperta dell'insulina insulina convegno accademia di medicina di torino accademia di medicina torino

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here