Luca Lotti: età, biografia 

Luca Lotti è nato a Empoli il 20 giugno del 1982 ed è un politico italiano. Dal 2016 al 2019 è stato Ministro per lo Sport nel governo Gentiloni, oltre che segretario del comitato interministeriale per la programmazione economica. Questo, dal 2014 al 2018.  

Dopo il diploma al liceo scientifico, nel 2001 consegue la laurea in Scienze dell’Amministrazione all’Università di Firenze. In passato, è stato allenatore di una squadra di calcio giovanile e dal 2004 è stato Consigliere Comunale di Montelupo Fiorentino per La Margherita. L’anno dopo, fa la conoscenza di Matteo Renzi che due giorni dopo gli chiede di entrare nel suo staff e nel 2009 diventa Capo di Gabinetto e responsabile della segreteria del Comune di Firenze, dove Renzi era allora sindaco.  

Alle elezioni politiche del 2013 diventa deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione XII Toscana per il Partito Democratico diventando l’uomo di fiducia di Renzi in Parlamento. 

Dal 28 febbraio 2014 è sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega all’informazione e comunicazione del Governo e all’editoria nel Governo Renzi. È anche segretario del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE).

Alle politiche del 2018 è il candidato della coalizione alla Camera nel collegio uninominale di Empoli e viene eletto con il 40,49% dei voti (64.252 preferenze). 

Luca Lotti: moglie, figli, vita privata 

Luca Lotti ha sposato Cristina Mordini, di sei anni più grande di lui, conosciuta durante gli anni in cui lavorava a Firenze. La donna è un’ex dipendente comunale e all’epoca era impiegata presso la segreteria di Matteo Renzi. La coppia ha un figlio di nome Gherardo 

Il 7 novembre 2020, Lotti viene iscritto nel registro degli indagati presso la Procura di Firenze con l’accusa di finanziamento illecito attraverso la Fondazione Open. Insieme a lui anche: Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, l’avvocato Alberto Bianchi e Marco Carrai.

A loro viene contestato il finanziamento illecito continuato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here