Lisa Montgomery.

Lisa Montgomery: storia, bambina 

Lisa Montgomery, 54 anni, ha trovato la fine per condanna a morte, a seguito della sentenza messa in atto dalla Corte suprema degli Stati Uniti. L’esecuzione ha avuto luogo nella notte di oggi. La donna era stata accusata di aver ucciso nel 2004 l’allora 23enne Bobbie Jo Stinnet, oltre ad averle asportato il bambino che portava in grembo e rivendicandolo come suo.  

Lisa Montgomery aveva ricevuto abusi dal patrigno quando era piccola e questo, secondo i suoi avvocati, le avrebbe causato danni cerebrali e malattie mentali. Per cui la condanna a morte sarebbe risultata per loro una pena ingiusta. L’uomo, in tutto questo tempo, ha sempre negato le accuse, dicendo di non ricordare i fatti, mentre la madre di Lisa ha ammesso di non averlo mai denunciato per paura che la figlia potesse subire ripercussioni.  

Secondo quanto emerso da ulteriori indagini, Lisa sarebbe stata costretta a prostituirsi dalla madre ed essere abusata da un gruppo di uomini. A confermarlo anche la sorella di Lisa, la quale era stata affidata ai servizi sociali e adottata da un’altra famiglia, perché la madre non si occupava di lei e spesso la lasciava per settimane a casa di amici. 

Lisa Montgomery: esecuzione, figli, Bobbie Jo 

Montgomery non riusciva ad avere figli, così aveva scelto la sua vittima online, che era un’allevatrice di cani. Con la scusa di voler acquistare un cucciolo, si era presentata presso la sua abitazione e l’aveva strangolata, dopodiché le aveva aperto il ventre estraendo il feto di otto mesi. Nonostante la terribile tragedia, la bambina – Victoria – è sopravvissuta e oggi vive insieme al padre.  

L’esecuzione sull’assassina è stata portata avanti tramite un’iniezione letale, presso il Federal Correctional Complex di Terre Haute, nell’Indiana. Si tratta della prima condanna messa in atto da circa 70 anni, dopo che nel 2019 il Ministro della Giustizia William Barr aveva dato il via libera alle esecuzioni federali dopo 16 anni dalla loro sospensione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here