Vi ricordate del film Io sono leggenda?

Diretto da Francis Lawrence e basato sull’omonimo romanzo di Richard Matheson, il lungometraggio uscì nel 2008 nelle sale italiane.

Di fatto, si tratta della terza pellicola ispirata al libro summenzionato, dopo L’ultimo uomo della Terra (1964) dei registi Sidney Salkow e Ubaldo Ragona e 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (The Omega Man) di Boris Sagal.

La trama

La vicenda è ambientata in una deserta e desolante New York del 2012, dove il brillante virologo militare Robert Neville (Will Smith) sta cercando di sviluppare un vaccino: nella città infatti si è diffusa una spaventosa epidemia, causata da un virus geneticamente modificato, che ha trasformato tutti gli essere umani in mutanti simili a vampiri.

Insieme al suo cane Samantha, Neville è rimasto l’unico sopravvissuto e vive cercando d’isolare il virus e trovare un antidoto.

L’uomo esce di giorno, perché i mutanti non sopportano la luce e si nascondono dentro gli edifici abbandonati.

Durante una di queste perlustrazioni, Robert riesce a intrappolare una delle donne infettate e a portarla nel suo laboratorio per testare il risultato del suo lavoro, ma la somministrazione del vaccino non sembra dare i risultati sperati.

Il giorno dopo Robert subisce un attacco da parte di alcuni mutanti ed è costretto a uccidere Samantha perché infettata. Furioso per la morte della sua unica compagna, Robert torna di notte sul luogo dell’agguato e cerca di uccidere più mutanti possibili. All’improvviso, quando la colonia sta per avere la meglio su di lui, arrivano ad aiutarlo Anna (Alice Braga) e il piccolo Ethan (Charlie Tahan), grazie a cui riesce a rientrare a casa.

Arrivati al sicuro, Anna e Robert si raccontano le rispettive esperienze e dopo essersi resi conto dell’efficacia del vaccino elaborato dal virologo, i tre superstiti mettono a punto un piano…

L’idea originaria

Dopo aver ottenuto un notevole successo economico, ha ricevuto una buona accoglienza in numerose premiazioni cinematografiche e l’idea originaria era di riproporre per il grande schermo il romanzo di Matheson, quando la Warner Bros. ne acquistò i diritti cinematografici con l’intenzione di farlo dirigere da Ridley Scott e di assegnare la parte di protagonista a Arnold Schwarzenegger, ma così non fu per problemi di budget troppo alto.

Le riprese del film iniziarono ufficialmente il 23 settembre 2006: si svolsero per la maggior parte a New York e dintorni mentre alcune scene vennero effettuate in New Jersey.

È presente anche un cameo dell’attrice inglese Emma Thompson nel ruolo della dottoressa Alice Krippin (non accreditato), che all’inizio del film viene intervistata in tv a proposito del vaccino nella cura del cancro tramutatosi poi nel devastante virus, denominato appunto Morbo di Krippin.

Il finale alternativo

Dopo pochi mesi dall’uscita cinematografica, su Internet iniziò a circolare un video relativo a una versione alternativa del finale.

La trama è molto diversa: al posto di farsi esplodere con gli infetti, Neville si salva. Il capo degli infetti disegna con le mani una farfalla sul vetro e subito dopo Neville vede sul collo della vampira la farfalla tatuata (e non su quello della ragazza). Così rimuove l’ago del vaccino alla donna in cura facendola tornare vampira e riconsegnandola al capo dei mostri, che aveva interrotto l’attacco.

Il capo riprende con sé la donna abbracciandola e baciandola, dimostrando che anche le persone infette, al contrario di quanto credeva Neville fino a quel momento, avevano sviluppato una loro struttura sociale e potevano provare sentimenti.

Neville viene quindi lasciato vivo dagli esseri che se ne vanno e, nella scena successiva ambientata in pieno giorno, si allontana da New York con la ragazza e il bambino sul suo fuoristrada. Non viene mostrato il loro arrivo nella comunità dei sopravvissuti, sulla cui reale esistenza il personaggio di Neville aveva precedentemente posto dei dubbi, che con questo finale potrebbero rivelarsi motivati.

Il finale, insieme ad altro materiale inedito, è stato inserito nell’edizione DVD.

Akiva Goldsman e Francis Lawrence su Io sono leggenda 2

Akiva Goldsman, sceneggiatore del film originale, è stato il primo a parlare di Io sono leggenda 2.

“Non abbiamo mai pensato a una sola strada futura. Abbiamo scritto sia un prequel che un sequel. Il prequel era interessante da molti punti di vista, perché venivano mostrati i primi giorni di contagio, iniziato durante il Giorno del Ringraziamento. Era una cosa epica. Questo prequel era ambientato in seguito alla comparsa del primo focolaio, nel momento in cui l’umanità veniva decimata in modo massivo. Comprendeva un viaggio verso Washington, con addirittura un elefante contagiato dal virus che scappava dallo zoo”.

Lawrence ha dichiarato: “Per girare il sequel avevamo due possibilità… con o senza Robert Neville. Senza il protagonista avrebbe perso quasi ogni riferimento con l’opera originale e un attore di spicco come Will Smith. Per farlo tornare invece avrebbe dovuto, dopo la morte nel primo film, prelevare il suo DNA e clonarlo. Entrambe situazioni assurde…”.

L’idea del prequel/sequel

I am legend: Awakening era il titolo di lavorazione del prequel che si intendeva realizzare con uscita prevista nel 2011.

Era stato riconfermato Lawrence, con una sceneggiatura di D.B. Weiss e il protagonista Will Smith avrebbe ripreso la parte di Neville.

La trama, ambientata a NYC e Washington DC, questa volta avrebbe narrato gli avvenimenti di poco antecedenti all’espansione della pandemia e del ruolo chiave avuto da Neville al riguardo.

Tuttavia, durante un’intervista a MTV, il regista Francis Lawrence disse che il progetto era stato abbandonato.

Il 17 febbraio 2012, però, venne ufficializzata la notizia di un accordo tra la Warner Bros., la Overbrook Entertainment di Will Smith e Akiva Goldsman per un secondo capitolo del film.

Da allora di tempo ne è passato, ma visto che nel magico regno di Hollywood tutto può succedere, aspettatevi qualsiasi cosa.

Infatti, online si trovano alcune news curiose circa il progetto in fase di sviluppo, ovvero che dovrebbe essere il prequel del film Io sono leggenda e la sceneggiatura dovrebbe essere ad opera di Arash Amel.

Appena ne sapremo di più, vi aggiorneremo con ulteriori dettagli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here