Mario Giordano moglie: figli, vita privata 

Paola, di cui purtroppo non conosciamo il cognome, è la moglie del giornalista e conduttore di Fuori dal coro, Mario Giordano. I due sono sposati da quasi trent’anni – sono infatti convolati a nozze nel 1991 – e da allora non si sono più lasciati. Tra Mario e Paola ci sono tre anni di differenza, lei è più giovane di lui, ma questo sicuramente non ha mai inficiato in alcun modo il loro rapporto.  

Dalla loro unione sono nati quattro figli: Alice, Lorenzo, Camilla e Sara. Per il resto, non si hanno altre informazioni sulla consorte, dato che è sempre stata molto riservata. Benché infatti Mario Giordano sia un volto noto della televisione, preferisce tenere lontani i gossip ed evita di esporsi pubblicamente in merito a questioni personali. Nonostante ciò, spesso è solito nominare la moglie Paola nelle sue trasmissioni 

La notizia che Mario Giordano fosse sposato, inizialmente ha suscitato non poca sorpresa da parte di molti. L’uomo, infatti, era stato – in maniera sciocca – additato come omosessuale per via del suo tono di voce particolarmente alto, per cui nessuno avrebbe mai pensato che fosse accompagnato ad una donna.  

Sempre per via del suo modo di parlare, il giornalista è stato spesso bersaglio di imitazioni. Ricordiamo quella di Fabio De Luigi, che ironizzava sul programma di GiordanoL’alieno e – durante la sua direzione di Studio ApertoLo Zoo di 105 scherzava su di lui proponendo la figura di un certo “Giordanino”.   

Inoltre, nel 2019 l’imitatore Ubaldo Pantani ha proposto una parodia del programma di Rete 4 Fuori dal coro nella trasmissione di Rai 2 Quelli che il calcio, imitando la sua voce acuta e risonante, oltre a seguire i suoi movimenti frenetici in trasmissione. 

Paola, Mario Giordano moglie: lavoro 

Per quanto riguarda il lavoro di Paola, sfortunatamente non si hanno notizie circa la sua professione.  

Mario Giordano: chi è? 

Nato nel 1966, Mario Giordano è un giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano; è famoso per essere stato il direttore del TG4 dal 2014 al 2018. Oltre che per essere uno dei volti di spicco di Rete 4, di Mediaset.   

Dopo il diploma al liceo classico, ha conseguito la laurea in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Torino, iniziando a lavorare subito dopo presso il settimanale cattolico locale Il nostro tempo. Nel 1994 passa alla redazione de L’Informazione e due anni dopo approda a Il Giornale. Nel 1997 debutta in televisione con Pinocchio, la trasmissione di Gad Lerner, dove interpreta il ruolo del “Grillo Parlante” e gli viene affidata la conduzione di Dalle 20 alle 20 su Rai 3.   

Nel 2007 diventa direttore de Il Giornale, per poi passare alla guida della rivista Panorama. Due anni dopo, abbandona Il Giornale per tornare ad essere direttore di Studio Aperto, dove rimarrà fino al 2010. Nello stesso periodo è editorialista anche per il quotidiano Libero. Dal 2010 al 2012, Giordano farà avanti e indietro tra le redazioni di Libero e Il Giornale. Nel 2011 viene inoltre nominato direttore di TGcom24, salvo poi lasciare il ruolo per diventare nel 2014, direttore del TG4.   

Due anni dopo, insieme a Maurizio Belpietro, fonda il quotidiano La Verità, ma rimane comunque direttore del TG4. Dal 2018, Mario Giordano conduce il programma di Rete 4, Fuori dal coro, la cui conduzione è caratterizzata da atteggiamenti esageratamente scenografici e buffoneschi, dove il giornalista è solito fare polemica sugli argomenti politici.   

Nel 2016 l’Ordine dei Giornalisti ha sanzionato Mario Giordano e il suo collega Maurizio Belpietro per aver diffuso odio etnico nei confronti dell’etnia rom. Questo a causa di un articolo in cui accusavano di una rapina alcuni rom, generalizzando su tutta l’etnia.  

IL CONSIGLIO DI DISCIPLINA LI HA SANZIONATI CON LA CENSURA PER AVER DIFFUSO ODIO ETNICO, IN QUESTO CASO BASANDOSI SU NOTIZIE PER NULLA VERIFICATE: INFATTI, LO STESSO QUOTIDIANO LIBERO, IN UNA TARDIVA RETTIFICA HA DOVUTO AMMETTERE CHE LE PERSONE – RESPONSABILI DI RAPINA E AGGRESSIONE – CONTRO LE QUALI SI ERA SCAGLIATO NON ERANO ROM. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here