Hell Raton, pseudonimo di Manuel Zappadu è nato a Olbia il 14 maggio 1990. Il padre Antonello è un fotoreporter sardo, mentre la madre è ecuadoregna. Dai 3 agli 11 anni,  Hell Raton ha vissuto a Quito, capitale dell’Ecuador. Chiamato dagli amici “Manuelito” ha iniziato a lavorare a 21 anni a Londra come cameriere di sala. La vera svolta per lui arriva quando decide di dedicarsi alla musica fondando con Salmo e Slait nel 2010 la Machete Crew. Nel 2013 ha fondato l’ etichetta Machete Empire Records di cui è diventato CEO e direttore creativo. Ha inoltre creato con Slait la “Machete Gaming” per lo sviluppo di progetti congiunti di musica e videogiochi. Hell Raton si è anche fatto promotore di progetti benefici tra i quali l’ultimo è il Machete Aid on Twitch, maratona a sostegno dei lavoratori del settore musicale colpiti durante l’emergenza sanitaria del Covid-19. In una recente intervista ha detto di sé di essere stato un ragazzino affamato di musica, che è riuscito a realizzare il suo sogno più grande grazie a passione e dedizione, senza perdere mai di vista l’obiettivo di realizzare i suoi sogni artistici.

Manuelito, singoli, album e successi

È del 2011 la pubblicazione del suo primo singolo Multicultural e il primo album Basura Muzik Vol. 1, reso disponibile su internet gratis. Nel 2014 appare in 4 canzoni del Machete Mixtape 3,disco d’oro certificato dalla Fimi e pubblica un EP Rattopsy EP. Nel 2019,con Salmo, lavora alla canzone Gang! contenuta in Machete Mixtape 4. Hell Raton, nel 2020, è stato scelto come uno dei 4 giudici della nuova edizione di X Factor, il talent canoro targato Sky e condotto da Alessandro Cattelan. Ad accompagnarlo in questa avventura ci saranno Mika, Manuel Agnelli ed Emma Marrone, alla sua prima esperienza al tavolo dei giudici del programma. A X Factor 2020 Hell Raton si è aggiudicato la squadra delle Under Donne, composta da Mydrama, Casadilego e CMQ Martina. Hell Raton è stato accusato di rissa che si presume sia avvenuta nel 2014. Un fatto di sei anni fa che lo avrebbe visto tra coloro che sono stati coinvolti nel pestaggio di un ragazzo a Olbia fuori da un locale. Tuttavia,  una delle vittime ha dichiarato di non essere più sicuro di ricordare Manuelito tra gli aggressori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here