Il fatto è successo il 14 settembre scorso a Salford, una cittadina vicino Manchester. Un uomo seduto su un bus di linea aveva con sé un serpente, messo intorno al collo, al posto della solita mascherina. La scena ha destato parecchio scalpore tra i passeggeri, che hanno assistito alla scena increduli. L’uomo ha poi dichiarato di aver compiuto quel gesto, per protestare contro le misure restrittive messe in atto sui mezzi pubblici. Non solo, ma durante il viaggio, il proprietario del serpente ha pensato bene di lasciarlo libero, facendolo girare tranquillamente tra le persone sull’autobus.  

Naturalmente, questa bravata non è passata inosservata alle autorità del posto, che hanno fortemente criticato il gesto dell’uomo; non tanto però per aver portato con sé un serpente sopra un mezzo pubblico, ma per non aver indossato la mascherina, che ricordiamo è obbligatoria su tutti i mezzi di trasporto nel Regno Unito. Purtroppo, l’episodio è l’ennesima amara conferma di quanto sia ormai diffuso lo spirito negazionista intorno alla gravità del Covid-19, e gesti di questo tipo sono all’ordine del giorno.  

Come riporta il Daily Mail – che ha divulgato la notizia – un portavoce di Transport for Greater Manchester ha commentato così la vicenda: 

Le linee guida del governo affermano chiaramente che non deve essere necessariamente una maschera chirurgica e che i passeggeri possono crearne una propria o indossare qualcosa di adatto, come una sciarpa o una bandana. Sebbene ci sia un minimo di libertà di interpretazione sull’argomento, non crediamo che si estenda all’uso della pelle di serpente, specialmente quando è ancora attaccata al serpente. 

Una dei passeggeri presenti invece, ha dichiarato al Manchester Evening News:

Se l’era avvolta intorno al viso come una mascherina da utilizzare sull’autobus. All’inizio pensavo che ne avesse una davvero stravagante, poi l’ha lasciata strisciare sul corrimano. Nessuno era davvero infastidito sull’autobus, ma un uomo dietro ha fatto un video. È stato decisamente divertente!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here