Pupille dilatate: cause e come comportarsi

La dilatazione o l’allargamento delle pupille degli occhi è normale in condizioni di scarsa illuminazione per consentire a più luce di raggiungere la retina.

Dal punto di vista medico, la dilatazione delle pupille è nota come midriasi.

Farmaci specifici noti come midriatici vengono somministrati per dilatare le pupille per l’esame oftalmologico dall’oculista, ad esempio.
Se le pupille sono dilatate a causa di una risposta anormale, possono rimanere dilatate anche in presenza di luce solare o comunque forte luce.

Le lesioni al cervello e l’assunzione di determinati farmaci sono cause comuni di pupille anormalmente dilatate. Sia i farmaci che l’ abuso di droghe possono anche provocare la dilatazione delle pupille.

Mentre la dilatazione della pupilla su un solo lato è anormale e può segnalare una lesione cerebrale o un’altra condizione che aumenta la pressione all’interno della cavità cranica (aumento della pressione intracranica).

Ma vediamo nel dettaglio sintomi e cause delle pupille dilatate.

Pupille dilatate Sintomi e segni correlati

  • Visione offuscata
  • Mal di testa

Pupille dilatate cause

  • Edema cerebrale
  • Overdose di droga
  • Pressione intracranica elevata
  • Pressione intraoculare elevata
  • Emorragia intracranica
  • Luce ambientale bassa
  • Farmaci
  • Avvelenamenti
  • Eccitazione sessuale
  • Frattura del cranio
  • Trauma

Uso di droga

Le pupille dilatate sono anche un segno che qualcuno ha usato droghe illegali , come:

  • Cocaina
  • Anfetamine
  • LSD
  • Estasi

Queste sostanze infatti agiscono sul muscolo che allarga la pupilla, rallentando il modo in cui reagisce alla luce. Quindi, anche in una stanza luminosa, gli occhi rimangono dilatati. L’astinenza da questi farmaci può anche far restare dilatate le pupille.

Lesione cerebrale o malattia

La pressione che si accumula nel cervello dopo un trauma cranico, un ictus o un tumore può danneggiare i muscoli dell’iride che normalmente fanno aprire e chiudere le pupille. Una o entrambe le pupille possono fissarsi in posizione dilatata e non riescono più a reagire alla luce. Se ciò accade, dovresti consultare immediatamente un medico.

Se hai subito un trauma cranico , il medico o l’infermiere punteranno una luce diretta agli occhi durante l’esame per vedere proprio se le pupille si rimpiccioliscono.

Le tue pupille sono dilatate? Parliamo di dimensioni

Le pupille dilatate sono pupille di dimensioni maggiori del normale.

La dimensione delle tue pupille è controllata dai muscoli nella parte colorata dell’occhio ( iride ) e dalla quantità di luce che raggiunge i tuoi occhi. In condizioni di luce intensa, le pupille si restringono (si rimpiccioliscono) per evitare che troppa luce penetri negli occhi. In condizioni di scarsa illuminazione, le pupille si dilatano (diventano più grandi) per consentire più luce.

In generale, le pupille normali variano in dimensioni da 2,0 a 4,0 millimetri (mm) in piena luce e da 4,0 a 8,0 mm al buio. In una certa misura, la dimensione della pupilla tende a ridursi con l’età.

In uno studio su 500 americani di età compresa tra 18 e 34 anni, le dimensioni medie degli alunni in tre diverse condizioni di illuminazione sono risultate essere:

  • 3,35 mm alla luce diretta (una torcia ha brillato direttamente sull’occhio per 15 secondi)
  • 3,86 mm con illuminazione normale della stanza
  • 6,41 mm nell’oscurità quasi totale

Se le tue pupille sono significativamente più grandi di queste norme, sono allora dilatate.

Una pupilla dilatata a volte può ancora reagire alla luce, cioè rimpicciolirsi in piena luce o quando una luce colpisce l’occhio. Ma in genere, le pupille dilatate non rispondono normalmente alla luce. Una pupilla grande che non risponde completamente alla luce è chiamata pupilla dilatata “fissa”.

Le pupille dilatate non sono la stessa cosa dell’anisocoria , che è una condizione comune in cui entrambe le pupille reagiscono normalmente alla luce ma differiscono per dimensioni di circa mezzo millimetro o più. L’anisocoria è benigna e colpisce circa il 20% della popolazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here