Da agosto negli Stati Uniti starebbe circolando una bufala riguardante la “cura miracolosa” per il Covid-19, rintracciata nell’oleandrina, una sostanza ricavata dalla pianta dell’oleandro. Ovviamente, niente di più falso. La diceria è circolata dopo che in rete è stato pubblicato un articolo pubblicatoma non validato scientificamente, secondo cui l’oleandrina, dopo vari esperimenti in provetta, pareva aver indebolito la replicazione del virus Sars-Cov-2. 

La smentita dei medici

La Federazione degli Ordini dei medici e degli odontoiatri ha prontamente smentito che l’oleandro può curare il Coronavirus, dato che al momento non ci sono prove che la sostanza ricavata dalla pianta, sia effettivamente un rimedio contro il Coronavirus.

Al contrario, l’oleandro è di per sé una pianta velenosa, per cui adottarla come medicazione potrebbe avere delle gravi conseguenze, sia nell’uomo che negli animali, come: fatali aritmie cardiache, nausea, vomito, diarrea e dolori addominali 

I medici statunitensi si sono subito allarmati, dato che la paura più diffusa è che si inizino a produrre integratori e pastiglie a base di oleandrina, che con questi le persone potrebbero utilizzare per curarsi “da sole”.

Il parere degli esperti

La ricercatrice statunitense Cassandra Quave, professoressa e assistente presso la Emory University School of Medicine di Atlanta, nel suo intervento a The Conversation ha commentato così la controversa notizia, commento poi riportato da Fanpage.it:  

Sono anche preoccupata che l’industria degli integratori alimentari possa provare a sfruttare la paura del pubblico nei confronti dell’infezione da coronavirus, sviluppando integratori contenenti oleandrina. 

Ci sono molti esempi di estratti vegetali di origine vegetale che sono tossici, ma l’oleandro è particolarmente pericoloso perché l’ingestione di qualsiasi parte della pianta può portare a gravi malattie e anche alla morte.

Inoltre, non ci sono prove scientifiche sulla sicurezza del consumo di oleandrina o della sua fonte vegetale. ora più che mai è importante che la popolazione sia avvisata sulla sua pericolosità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here