Auriane Fatima Bindela: chi è

Auriane Fatima Bindela è la donna che nella giornata di ieri ha aggredito il leader della Lega Matteo Salvini, mentre si trovava a Pontassieve, in Toscana per partecipare a un comizio in vista delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembreAurine vive in Italia dal 2002 con regolare permesso di soggiorno (è di origine congolese) da tempo è attiva partecipante di eventi politici e sociali legati alla cittadina di Pontassieve.  

Le dinamiche dell’aggressione

Auriane avrebbe aggredito Matteo Salvini strappandogli la camicia e il rosario che portava al collo, per poi rivolgerglisi contro dicendo:  

Io ti maledico! 

L’episodio sarebbe tuttavia un caso isolato, dato che la donna non ha precedenti e gode di ottima salute mentale. Il motivo di un gesto simile sarebbe stato ricondotto solo al suo malcontento per il tipo di politica promosso dal leader leghista. Auriane avrebbe raccontato infatti di essere stata aggredita da un uomo mentre era in stazione, che le avrebbe detto: 

Vattene dall’Italia, scimmia, torna a casa tua 

Un’offesa razzista di cui la ragazza incolpa anche Salvini, perché è in primis lui a veicolare certi messaggi.

Come riporta il sito di notizie Adnkronos, a seguito di una telefonata fatta proprio ad Auriane, la responsabile del gesto si è detta dispiaciuta di quanto successo, ma ha ribadito: 

Non dico niente dell’aggressione, sto facendo altro e non voglio parlare. Non sono obbligata e non me la sento di dire niente. 

La posizione di Matteo Salvini 

Dal canto suo, Matteo Salvini ha deciso di non voler sfruttare quanto accaduto per fare campagna elettorale, e anzi ha perdonato la ragazza dicendo ai media: 

La camicia me la ricompro ma strappare dal collo un rosario che mi ha regalato un parroco è una cosa che non sta né in cielo né in terra e quella persona si dovrebbe vergognare 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here