Paris Saint-Germain's Brazilian forward Neymar plays during the UEFA Champions League Last 16, first-leg football match BVB Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain (PSG) in Dortmund, western Germany, on February 18, 2020. (Photo by Sascha SCHÜRMANN / AFP) (Photo by SASCHA SCHURMANN/AFP via Getty Images)

Nato a Mogi das Crueznello Stato di San Paolo, Neymar da Silva Santos Jr., è attualmente un calciatore del Paris Saint-Germain.  

Neymar: la biografia 

Trasferitosi a Santos nel 2003, Neymar inizia a muovere i primi passi nel mondo del calcio nella società calcistica della città. All’età di 15 anni, Neymar guadagnava già 10.000 reais al mese e nel 2004 firma il suo primo contratto da professionista proprio con il Santos 

Nel 2011 diventa padre di Davi Lucca, figlio avuto dalla relazione con l’ex fidanzata Caroline Dantas 

Nel 2013 si trasferisce al Barcellona, dove riesce a vincere con la squadra la Supercoppa spagnoladue campionati spagnoli, tre Coppe del Re, una Champions League e un Mondiale per club 

Dal 2017 gioca nel Paris Saint-Germain, ed è diventato il calciatore più pagato di sempre, con una cifra di acquisto che ammontava a 222 milioni di euro 

Neymar fa parte anche della nazionale del Brasile, con la quale ha partecipato alla Coppa del Mondo FIFA nel 2014 e nel 2018. Più di una volta è stato anche candidato al Pallone d’oro, senza però riuscire a vincerlo… almeno per il momento.  

Neymar e i complimenti all’Atalanta: 

Si è disputata ieri i quarti finale di Champions League tra Atalanta e Paris Saint-Germain, dove quest’ultima ha ottenuto la vittoria per 1-2 all’ultimo minuto. Ai microfoni di RMC però, il campione Neymar ha espresso i propri complimenti, post-partita, alla squadra italiana guidata da Gasperini 

È stata una grande serata, abbiamo vinto contro una grande squadra. Hanno giocato bene tutta la stagione: sono la sorpresa di questa Champions, sono aggressivi, pressano a tutto campo. Giocano bene ma abbiamo fatto un gran match: era dura sul piano mentale, siamo felici. 

Che dire, belle parole di un talento che, nonostante sia all’apice del suo successo, non si è mai montato la testa e si è dimostrato altruista. A dimostrazione di ciò, proprio a fine partita, Choupo-Moting ha regalato il premio ottenuto come MVP della gara al compagno Neymar, perché senza il suo passaggio fondamentale, non avrebbe mai fatto goal. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here