Non tutti sono ancora entrati in possesso della nuova funzione di Instagram, ma chi ce l’ha non può più farne a meno, chi invece non ce l’ha non vede l’ora di provarla. È Reels. La nuova funzione introdotta da Instagram sembra pronta a fare concorrenza ad un altro social network molto amato dai giovanissimi: il cinese TikTok. Sì, perché le funzioni delle due piattaforme sono molto simili. Un Reel è una clip della durata di 15 secondi che si può personalizzare con effetti audio, che siano questi brani di artisti già noti o altre registrazioni. Non solo, sono disponibili anche effetti video con sfondi personalizzati o in slow motion. La novità del social network acquistato da Mark Zuckerberg si potrà trovare nella fotocamera dell’App. A differenza delle classiche Stories a cui siamo abituati, gli utenti potranno decidere di rendere il proprio Reel disponibile a tutti, senza restrizioni per la privacy. Non è la prima volta che Zuckerberg “prende ispirazione” da altri social network per arricchire Instagram, che ultimamente sembra godere di molto successo. Nel 2016, infatti, il papà di Facebook aveva annunciato l’arrivo delle Instagram Stories, una funzione molto simile a quella di Snapchat, un altro famoso social network.

L’America sfida la Cina: una guerra a colpi di App. L’esodo degli influencer è iniziato

Nei giorni scorsi ha fatto molto discutere la presa di posizione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nei confronti della Cina. L’accusa al il paese nipponico è quella di usare a proprio piacimento i dati degli utenti. Il rischio sarebbe un eccessivo controllo su suolo americano da parte di quelle che sono considerate “big-tec” cinesi. Non solo l’App TikTok infatti, ma anche Huawei società cinese per telecomunicazioni era finita sotto lo sguardo attento dell’intelligence americana per lo stesso motivo. Ma ora, sembra proprio essere ufficiale. Trump ha firmato un decreto che obbliga ByteDance, proprietaria di TikTok, a vendere la partecipazione nelle operazione dell’App negli Stati Uniti. Pena, l’embargo. Le società che faranno affari con il social network cinese, inoltre, saranno soggette a sanzioni. Molti volti diventati famosissimi grazie a TikTok, con cui hanno fatto fortuna guadagnando cifre inimmaginabili, si stanno ora adoperando per spostare tutti i loro follower, nuovamente su Instagram, social network che negli anni scorsi è stato abbandonato dalle nuove generazioni. Fenomeno in atto non solo in America, ma anche in Italia. Un’operazione non del tutto semplice, a causa dei due tipi di algoritmo diversi, che comporterà la perdita di molti numeri, almeno inizialmente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here