Guadagnare online è possibile e ci sono diversi modi per farlo. Ma il suggerimento è quello di stare alla larga da chi promette entrate super in poco tempo. Nessuno regala soldi, tantomeno a esimi sconosciuti, quindi è bene fare attenzione a possibili truffe o situazioni poco trasparenti. Ci sono, invece, molti modi leciti per fare soldi on line, ma occorre avere pazienza e, talvolta, è necessario sviluppare determinate competenze. Vediamo ora alcuni consigli su come guadagnare soldi online, stando comodamente seduti a casa propria.

Vendita

Avvalendosi di piattaforme specifiche, è possibile mettere in vendita oggetti che non si usano più, auto, moto, attrezzi per il bricolage, mobili, vestiti, accessori, o anche pezzi di artigianato artistico. In tal caso tornano utili piattaforme come kijiji, subito o ebay. Si possono anche vendere foto a piattaforme come shutterstock o pixabay. Le immagini saranno poi messe a disposizione della comunità per usi commerciali o editoriali, free o a pagamento. Si può anche pensare di aprire un negozio online, guadagnando con il cosiddetto e-commerce: in tal caso si può o candidarsi come gestore o pensare di aprire una propria attività oppure vendere prodotti su Amazon e E-bay se si desidera avere una vetrina sul web da affiancare, magari, a un negozio fisico.

Lavori su commissione

Per guadagnare online si possono svolgere lavori su commissione, come la correzione testi, il ghostwriting o il copywriting – la scrittura di testi per il web per conto di altri – il social media marketing, tutte professioni digitali di recente sviluppo e con prospettive di crescita nel lungo periodo. È necessario, spesso, avere competenze di tipo giornalistico o per la scrittura in ottica seo o dimostrare di avere le certificazioni adeguate a svolgere attività con i social per far crescere un’attività o un’azienda. Inoltre i guadagni, specialmente all’inizio, saranno limitati. E’ possibile anche svolgere attività di traduzione o di tutoring a distanza.

Monetizzazione

Se si vuol provare a guadagnare seriamente – a partire, però, almeno dal primo anno di attività – e si può contare su un discreto numero di follower – si può pensare di monetizzare un blog o un sito, attraverso la vendita di spazi pubblicitari o l’affiliazione con apposito programmi come Amazon che prevedono l’inserimento di link pubblicitari. Si può anche provare – se si ha la passione per i video – ad aprire un canale Youtube. Ma tale soluzione richiede tempo e, soprattutto, tanta pazienza, in quanto bisogna contare su migliaia di follower. E, comunque, anche in questo caso, è bene sempre tenere da parte un’alternativa.

In sostanza, “come fare soldi e guadagnare da casa” è un’espressione promettente e invitante. Ma, nella realtà, occorre avere tanta pazienza e tanta voglia di lavorare, i primi tempi anche con guadagni risicati. Non è detto che nei primi due mesi da social media manager di un’azienda, ad esempio, si riescano ad ottenere tante condivisioni e interazioni e tanti like spontanei da post organici. Occorre pazienza, studio di strategie e attesa costruttiva di sviluppi positivi, rinunciando, spesso, a tempo libero e uscite serali. Ma ne vale la pena, talvolta. Perché il web è il presente e il futuro. E investire su una professione digitale – tra le più gettonate in tempo di lockdown – è una mossa lungimirante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here