Politici, calciatori, scrittori, imprenditori e attori di fama mondiale. Il coronavirus non conosce proprio differenza tra famoso e non famoso e colpisce veramente chiunque. Oltre a Tom Hanks, Rita Wilson e Idris Elba, Anna Camp e Olga Kurylenko si aggiunge anche Mel Gibson della lista degli attori colpiti dal covid. A rivelarlo è stato il suo portavoce, che ha anche aggiunto che Mel se l’è vista proprio brutta.

Mel Gibson: la settimana in ricovero

L’attore australiano ha contratto il virus ad aprile. Le sue condizioni erano anche serie, tanto da costringerlo a un ricovero in ospedale per una settimana a Los Angeles. Mel Gibson è stato curato grazie al farmaco antivirale Remdesivir; dopo il trattamento è stato trovato tutte le volte negativo ai tamponi, e i medici hanno dichiarato che ha sviluppato gli anticorpi. Uno bello spavento per Mel Gibson, ma per fortuna l’attore sta bene ed è più attivo che mai! Non a caso è tornato al lavoro sul suo prossimo film.

Al momento Gibson sta lavorando al sequel di La Passione di Cristo. La pellicola, del 2004, ebbe un enorme successo e fece un incasso enorme (più di 600 milioni di dollari). Attirò pure molte polemiche per la crudezza e violenza delle scene in cui Gesù viene flagellato. Il sequel dovrebbe incentrarsi sulla resurrezione di Gesù e a vestirne i panni ci sarà sempre Jim Caviezel; l’attore inoltre ha dichiarato che sarà uno dei più grandi film della storia. Il film dovrebbe intitolarsi, per l’appunto The Resurrection, e le aspettative sono altissime. Sulla data di uscita ancora si sa poco, ma in teoria dovrebbe uscire nel 2021. Chissà se l’esperienza terribile del coronavirus ispirerà Gibson nella guida di questa ambiziosa opera. Quello che conta di più è che l’attore e regista stia in salute e stupisca ancora gli appassionati di cinema con i suoi film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here