Previsto in uscita nelle sale italiane il 2 aprile 2020, Gretel e Hansel ha visto posticipare il suo ingresso nelle nostre sale per colpa del lockdown. Uno dei tanti film rimandati per via del coronavirus che ha non di poco irritato non solo gli appassionati di cinema, ma soprattutto gli amanti dell’horror. Sì, perché questa versione cinematografica della fiaba dei Fratelli Grimm (Hansel e Gretel) è stata fatta in salsa horror. Considerando il lato oscuro appena percettibile delle fiabe dei Grimm, la scelta potrebbe essersi rivelata azzeccata.

Gretel e Hansel: una fiaba da far paura

La prima curiosità che salta all’occhio è l’inversione dei nomi dei protagonisti: no Hansel e Gretel, ma bensì Gretel e Hansel. Una scelta che non pone dubbi: il film s’incentrerà più sulla figura della ragazzina sorella maggiore di Hansel. A interpretarla è Sophia Lillis, giovanissima attrice in ascesa grazie all’ottimo lavoro svolto per la parte di Beverly in It. Dal trailer rilasciato non possiamo fare a meno di notare scene d’alto tasso pauroso con una gran atmosfera mortifera piena di inquietudine. Ad amplificare il terrore c’è una sinistra e terrificante strega dall’aria per niente rassicurante; a fare la parte della strega è Alicia Kringe (Silent Hill), attrice sudafricana dalla larga esperienza alle spalle.

Il film è diretto da Oz Perkins (Sono la bella creatura che vive in questa casa ) e prodotto da Brian KavanaughJonesFred Berger, già produttori degli horror di successo Insidious e Sinister; la casa di produzione è la Midnight Factory. La trama a grandi linee riprende quella della fiaba: i due ragazzini Hansel e Gretel sono costretti dalla carestia a girare in lungo e largo a cercare cibo e lavoro. Si perdono in un bosco oscuro per poi imbattersi in una casa. La padrona di casa, un’apparente e gentile vecchietta, li accoglie e li rimpinza di leccornie. Delle strane presenze e inquietanti rumori mettono però in allarme Gretel, la quale si convince della pericolosità della vecchia signora. Il film uscirà nelle nostre sale il 19 agosto.

x
Previous articleFestival del cinema di Venezia: apre Lacci di Daniele Lucchetti
Next articleFrancesca Mannocchi chi è: migranti e conflitti i temi della giornalista freelance