È stato annunciato il film di apertura per il Festival del cinema di Venezia. L’apertura del festival sarà affidata a Lacci, l’ultimo film di Daniele Lucchetti. Lacci è un film  drammatico-commedia con un ricco cast composto da Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi. Erano undici anni che un film italiano non apriva il festival di Venezia e, stando alle parole del direttore del festival Alberto Barbera, la pellicola di Lucchetti è un’opera di qualità che sta cavalcando la buona onda degli ultimi film italiani usciti.

Lacci: film d’apertura fuori concorso al Festival del cinema di Venezia

Nonostante le buone parole espresse sul film dal direttore, Lacci non sarà in concorso per nessuno dei premi del festival. Un po’ un peccato, anche perché dalla storia il film promette bene. La trama è su una coppia di sposi, Aldo e Vanda, che vive nella Napoli degli anni ’80. Aldo a un certo punto si sente imprigionato dalla vita familiare e inizia una relazione extraconiugale con una studentessa più giovane. La storia fa poi un salto di trent’anni dove vediamo Aldo e Vanda ancora insieme con il segreto dell’uomo ancora sepolto. A dare ispirazione al film è il romanzo omonimo di Domenico Starnone, da cui il regista ha adattato a film i libri Ex Cattedra Sottobanco coniugandoli nell’ottimo film La Scuola.

Lacci sarà proiettato il 2 agosto nella Sala Grande del Palazzo del cinema al Lido di Venezia. La madrina dell’edizione sarà Anna Foglietta, mentre il capo della giuria è la pluripremiata attrice australiana Cate Blanchett. Lucchetti ha dichiarato che è onorato che il suo film apra la cerimonia ed è contento che il cinema nei giorni di lockdown sia stato visto come necessità, invece come inutilità. Per quanto riguarda gli aggiornamenti del Festival del Cinema di Venezia 2020, dovremo aspettare la conferenza stampa del 28 luglio. 

x
Previous articleDaydreamer- Le ali del sogno: anticipazioni di Lunedì 27 Luglio
Next articleGretel e Hansel: il primo horror post lockdown presto al cinema