Affittare un camper è un’idea divertente e pratica per le proprie vacanze, con un pizzico di avventura ma sufficienti comodità. Una via di mezzo, insomma, tra la sistemazione in albergo e l’allestimento di una tenda in montagna. Il camper, con  le sue varianti, garantisce la possibilità di usufruire di un piccolo alloggio seppur mobile, con una mini cucina per preparare i pasti, dei letti più o meno comodi e al coperto, un servizio igienico. Affittarlo è il modo migliore per visitare luoghi diversi con qualche comfort ma senza i costi che comporterebbe un alloggio vero e proprio, specialmente se in alta stagione. Vediamo allora di capire quanto costa prendere in affitto un camper.

Vacanze in camper: un po’ di cifre

Di camper o roulette o autocaravan che dir si voglia da prendere in affitto da un’agenzia che espleta tali servizi ce ne sono di molti tipi, con diverse comodità e anche con prezzi differenti, che dipendono da tutta una serie di elementi. Fornire delle cifre non è semplice, proprio perché le variabili sono molte. Comunque, in linea di massima e giusto per avere un’idea, bisogna essere disponibili a spendere dai 100 ai 150 euro al giorno in bassa e media stagione per un mezzo da 5/6 posti letto. Prezzi tutto sommato accessibili ma che lievitano fino a 1000 euro e oltre in alta stagione.

Se ci si rivolge a un privato le tariffe sono più basse e se ne possono trovare anche tra i 60 e gli 80 euro al giorno: prezzi per chi vuole accontentarsi. Più servizi si desiderano, più il costo per il noleggio sale. Molto dipende poi anche dal periodo dell’anno in cui si vuole partire. Il consiglio per un’ottima vacanza in camper, qualora ve ne sia la possibilità, è quello di privilegiare mesi come maggio-giugno e settembre-ottobre. Ai costi di noleggio, poi, bisogna aggiungere quelli per il carburante e quelli per la sosta.

Vacanza in camper: suggerimenti

C’è poi chiaramente un’altra possibilità, quella di acquistare un camper usato, rivolgendosi a siti dedicati come camperonline o trovocamper. I camper usati o motorhome sono, in sostanza, un ottimo compromesso per garantirsi ogni anno la possibilità di girare il mondo a prezzi, tutto sommato, accessibili.

x
Previous articleCon chi è fidanzato Valerio Mazzei? I rumors sul giovane youtuber
Next articleChi è Marco Ligabue? Quando la musica è un vizio di famiglia