I wurstel bolliti sono un ottimo spuntino, ma anche una cena gustosa e sono l’ideale per una cena in compagnia di amici, accompagnati da un’insalata o un contorno di patate fritte, ad esempio. Cucinare wurstel non è certo una cosa complessa, lo possono fare anche le persone che non si ritengono cuochi provetti, ma ci sono alcuni accorgimenti da seguire.

Wurstel bolliti: tempo di cottura e procedimento

Prima di tutto occorre bucherellare i wurstel con i rebbi di una forchetta, in modo che la cottura risulti omogenea. Quindi si possono seguire tre distinti metodi per bollire i wurstel e conseguire un buon risultato.

Si possono tuffare i wurstel in una pentola con dell’acqua fredda e aspettare che arrivi a bollitura. A quel punto i wurstel saranno cotti. Il tempo di cottura è, all’incirca, di una decina di minuti. Per sperimentare un pranzo “alla tedesca” è possibile ad, esempio, servirli con dei crauti oppure, tagliati a rondelle, condirli con della maionese, della senape o semplicemente con un po’ d’olio e servirli come insalata.

Si possono, in alternativa, buttare i wurstel in acqua bollente e scolarli dopo cinque minuti circa di cottura: la carne sarà tenera e, anche in questo caso, possono essere serviti come piatto unico, con della lattuga o degli spinaci di accompagnamento, oppure tagliati a fette con altri salumi e formaggi e delle patate lesse per un’insalatona estiva fresca e colorata.

Oppure, terzo metodo, si possono immergere in acqua bollente, spegnere il fuoco e lasciarli raffreddare in acqua, lentamente. Bollire wurstel in questo modo richiede un po’ di pazienza in più- i temi sono di un quarto d’ora circa – ma il risultato è assicurato. Peraltro il metodo è seguito anche da molti ambulanti in giro per il mondo.

Come cuocere i wurstel: modalità alternative

Anziché bolliti, i wurstel possono essere cucinati anche al forno a microonde, disposti su apposito piatto, in padella antiaderente oppure su una griglia, l’ideale di una calda serata estiva, quando ci sono ospiti a cena, in veranda, e si ha proprio voglia di sperimentare il barbecue comprato da poco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here