pelle a buccia d'arancia
pelle a buccia d'arancia

La pelle a buccia d’arancia è un effetto antiestetico provocato dalla cellulite. Si tratta di un problema molto comune tra le donne, che lo conoscono bene e provano in tutti i modi a contrastarlo. Questo disturbo deriva da un’alterazione del tessuto cutaneo che rende la pelle con questo aspetto particolare.
Esteticamente non è bello da vedere, in quanto la pelle presenta dei piccoli buchi, molto visibili ad occhio nudo, anche se questo dipende anche dalla gravità del problema.
Non compare al primo stadio della cellulite, ma successivamente alla sua comparsa. Inizialmente, infatti, per vederla bisogna schiacciare la pelle, mentre con il passare del tempo e l’aumento della gravità diventa sempre più evidente, senza dover comprimere la parte interessata.
La pelle conseguente alla cellulite dipende da vari fattori, come la predisposizione familiare, razziale o sessuale, e lo stile di vita, come un’alimentazione scorretta e la mancata attività fisica.

Esistono, però, dei piccoli accorgimenti che possono essere presi per salvare la situazione e cercare di ridurre il più possibile questo disturbo.

5 consigli per ridurre la pelle a buccia d’arancia

Quando una donna si rende conto di avere la cellulite inizia a farne un problema estetico davvero molto grande. Sono poche le donne che la sfoggiano con grande orgoglio, ma la maggior parte tende a nasconderla e ad iniziare a farsi molti problemi durante l’estate.

Se la pelle a buccia d’arancia vi sta tormentando, potete seguire questi 5 semplici e pratici consigli per riuscire a ridurla drasticamente.

  • Seguire un’alimentazione sana: le cattive abitudini alimentari possono peggiorare questo disturbo, soprattutto una dieta povera di fibre ma ricca di glucidi e lipidi. Gli alimenti fritti e i dolci devono assolutamente essere evitati. Bisogna consumare molta verdura, soprattutto cotta al vapore, e assumere proteine, soprattutto quelle della carne bianca e delle uova. Nell’alimentazione deve essere presente la frutta, soprattutto alimenti ricchi di vitamina C, come arance e kiwi, e di vitamina P, come i frutti rossi.
  • Bere 2 litri di acqua al giorno: l’idratazione è fondamentale contro la cellulite e la buccia d’arancia. La ritenzione idrica, infatti, è una delle prime cause di questo disturbo. L’acqua favorisce la circolazione linfatica e sanguigna, riducendo il ristagno nei tessuti e facilitando l’ossigenazione. Se beviamo tanto l’organismo viene depurato e drenato grazie alla diuresi, che elimina i liquidi in eccesso. Viene consigliato di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, ma è meglio riuscire ad arrivare a 2 litri. Deve diventare automatico, come un’abitudine.
  • Non assumere troppo sale: il sale contribuisce all’aumento della cellulite in quanto il sodio porta problemi di ritenzione idrica. Per questo bisogna assumerne pochissimo. Bisogna salare meno i piatti che si preparano e mangiare il meno possibile cibi confezionati. Il sale può essere sostituito con spezie, aceto, erbe e limone per rendere i piatti meno insipidi.
  • Fare attività fisica: il movimento favorisce la circolazione, combatte il ristagno nei tessuti e rende la pelle più elastica e più tonica. Nella routine quotidiana deve essere presente il movimento fisico. Per contrastare al pelle a buccia d’arancia ci sono degli sport più consigliati, come il nuoto, la camminata e la corsa.
  • Usare le creme: ad un’alimentazione sana, una buona idratazione e l’attività fisica, bisogna accostare una crema anti-cellulite. Bisogna applicarla quotidianamente, stendendola con un massaggio efficace, partendo dalle caviglie fino ad arrivare alle cosce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here