Bonus Baby Sitter
Bonus Baby Sitter
--Advertisements--

Quest’anno l’emergenza dovuta al Covid-19 ci ha costretti al lockdown. Ora che siamo in questa nuova fase, sono arrivati dei cambiamenti anche per quanto riguarda il Bonus Baby Sitter, che è stato rafforzato grazie all’inserimento del pagamento dei centri estivi per bambini.
Molte famiglie sono davvero in difficoltà dopo questi mesi così complicati, la chiusura delle scuole e la ripresa del lavoro.
Questo può essere sicuramente un aiuto economico importante per tutti i genitori che lavorano e che hanno bisogno di sapere che i propri figli sono al sicuro con una baby sitter o in un centro estivo a divertirsi.
Prima di richiederlo è importante sapere che non è compatibile con altre agevolazioni che sono state date ai genitori che lavorano.

Scopriamo tutti i dettagli del Bonus Baby Sitter Covid-19.

Bonus Baby Sitter Covid-19: requisiti, importo e compatibilità

Il Bonus Baby Sitter Covid-19 spetta a tutti i lavoratori che hanno dei figli a carico con un’età inferiore ai 12 anni.
Stiamo parlando di dipendenti del settore privato, iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, autonomi iscritti all’Inps, autonomi iscritti alle casse professionali.
Il Bonus deve essere usato per pagare una baby sitter o un centro estivo entro e non oltre il 31 Luglio 2020.

Per alcune categorie di lavoratori il bonus raddoppia, fino a raggiungere la cifra di 1200 euro a famiglia. Per chi ha già presentato la domanda e a cui è già stato erogato l’importo di 600 euro, è possibile fare una nuova domanda per cui verrà erogato l’importo residuo.
Le categorie dei lavoratori che hanno diritto ad un bonus maggiore sono: medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica e operatori sociosanitari.
Il Bonus riconosciuto dall’Inps sale fino ad un massimo di 2000 euro. Per i lavoratori di queste categorie che hanno già presentato la domanda e hanno ricevuto 1000 euro, con la nuova domanda ricevono l’importo residuo.

Il Bonus Baby Sitter non è compatibile con il congedo parentale straordinario e non può essere utilizzato negli stessi periodi per i quali è stato rimborsato il bonus asilo nido.

--Advertisements--

Come presentare la domanda

Ecco come si fa a presentare la domanda per accedere al Bonus Baby Sitter Covid-19 e ai contributi per i centri estivi.

Il Bonus Baby Sitter viene erogato tramite il Libretto di Famiglia, libretto nominativo prefinanziato, formato da titoli di pagamento, il cui valore è fissato in 10 euro, che compensano attività lavorative di durata non superiore a un’ora. I beneficiari e i genitori devono registrarsi alla piattaforma Inps dedicata alle prestazioni occasionali. Il genitore deve effettuare la procedura di “appropriazione del bonus” entro 15 giorni dall’accoglimento della domanda.

Il contributo per i Centri estivi consiste in un bonifico bancario che va a rimborsare le spese dei genitori. Bisogna allegare la documentazione richiesta in modo da dimostrare l’iscrizione al centro estivo, indicando i periodi.

Per fare la domanda bisogna avere le seguenti credenziali Inps: Pin ordinario o dispositivo rilasciato dall’Inps, SPID di livello 2 o superiore, Carta d’identità elettronica 3.0, Carta nazionale dei servizi.
La domanda può essere presentata anche tramite CAF o patronato.

--Advertisements--

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here