Mindfulness
Mindfulness

Mindfulness è una parola inglese che significa “consapevolezza”. Il suo raggiungimento è lo scopo principale di questa pratica. La mindfulness, infatti, consente di raggiungere uno stato di consapevolezza assoluta di se stessi e del momento presente. Cerchiamo di entrare nel dettaglio, per scoprire cos’è la mindfulness e come si pratica.

Mindfulness: cos’è?

La mindfulness è una pratica che, attraverso l’uso di diverse tecniche di meditazione, riesce a portare l’individuo ad uno stato di consapevolezza di se stesso, delle proprie emozioni, dei propri pensieri e della realtà che lo circonda. Questa pratica serve principalmente ad entrare in una condizione dedicata al qui ed ora, ovvero consente di concentrarsi esclusivamente sul momento presente.

Le origini della mindfulness, pur non essendo in nessun modo collegata alle religioni, derivano dalla filosofia buddista, secondo cui la sofferenza potrebbe derivare da una visione sbagliata della realtà. Questo stato può essere ripristinato in modo molto semplice, ovvero dedicandosi alla meditazione.
Questa pratica consente di analizzare e comprendere nel migliore dei modi la realtà del momento presente, senza giudicare e riuscendo a trovare le giuste soluzioni ad ogni problema.

È importante sottolineare che non si tratta di psicoterapia, di una pratica religiosa o di una forma di trance. 

Lo scopo principale della mindfulness è quello di imparare ad accettare la realtà per quella che è nel momento presente, cercando di osservare in modo distaccato i propri pensieri negativi, che sono frutto della propria mente e che spesso non si basano su situazioni reali. Questi pensieri non devono agire in modo negativo sulla propria vita e la mindfulness può aiutare a guardare le cose in modo più chiaro e veritiero. 

È una pratica davvero molto utile per mandare via la negatività, gestire lo stress, le emozioni e i sentimenti che possono rendere difficile alle persone riuscire a vivere in modo sereno. In modo particolare si parla di periodi delicati della vita, di traumi o forti shock.

Come si pratica?

La mindfulness si può praticare effettuando esercizi di meditazione e di rilassamento. Inizialmente si possono fare brevi sessioni, in posizione seduta e in luoghi privi di distrazioni. Gli occhi devono essere chiusi e la concentrazione puntata tutta sul respiro. 

Continuando a praticare costantemente la mindfulness è possibile effettuare diversi esercizi durante la propria giornata, anche in situazioni in cui probabilmente nessuno ha mai pensato di meditare. Esistono esercizi da fare sotto la doccia, mentre si lavora davanti ad un pc o semplicemente lavando i piatti. 

Stiamo parlando di una pratica che ha bisogno di allenamento, ma che può diventare realmente parte integrante delle proprie giornate. Si può iniziare con esercizi della durata di 5 o 10 minuti, da praticare due volte al giorno, per poi scegliere meditazioni più lunghe.

Le persone che la praticano devono imparare con il tempo a concentrarsi sul proprio respiro e sui movimenti del corpo durante la respirazione. Questa attenzione aiuta a prendere consapevolezza del proprio respiro e, in seguito, dei propri pensieri, delle proprie emozioni, della realtà circostante, delle situazioni e del momento presente. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here