Il piercing all'ombelico fa male? Ecco cosa dice l'esperto

Tra gli accessori di maggior impatto estetico della moda degli ultimi vent’anni, sicuramente il piercing all’ombelico è uno dei più amati: questo piccolo vezzo ha fatto letteralmente impazzire ragazze di ogni età e celebrities da ogni parte del mondo, soprattutto d’estate quanto, tra maglie corte ed abbronzatura, la pancia è al centro dell’attenzione.

Nonostante il piercing sulla pancia sia un accessorio davvero irresistibile, prima di farlo bisogna valutare i rischi che comporta, e soprattutto bisogna assicurarsi che a realizzarlo sia un piercer professionista del settore. Andiamo a capire insieme quali sono i pro e i contro dei piercing all’ombelico.

Come si fa il piercing all’ombelico?

Prima di tutto, quello di cui bisogna accertarsi è che il professionista a cui ci rivolgiamo lavori in un ambiente igenico, che usi guanti e strumenti sterilizzati: questo è importantissimo, perchè un piercing – così come un tatuaggio – se effettuati non in condizioni di pulizia perfetta rischiano di scatenare malattie e infezioni anche gravi.

Una volta scelto il nostro piercer di fiducia, ecco come si svolge la procedura piercing ombelico:
– si sterilizza la zona e si marca con un pennarello il punto dove si deve effettuare il piercing;
– si prende una pinza con due anelli con cui si blocca la pelle subito sopra l’ombelico;
– con un ago cannula di circa 14 mm si andrà a praticare il foro inserendo direttamente il gioiello;
– alla fine si sfilerà l’ago e si fermerà il piercing con la sfera per chiuderlo.

Ma il piercing ombelico fa male? Questa è una delle preoccupazioni maggiori di chi intende farlo. Premesso che la percezione del dolore è molto soggettivo – e dipende dal livello di soglia del dolore di ciascuno – in generale il dolore del piercing è simile a quello di un pizzicotto, dura pochi secondi e sparisce appena si inserisce il gioiello ipoallergenico. Un pochino di fastidio si potrebbe provare anche durante la fase di cicatrizzazione, per cui è molto importante curare con attenzione il piercing.

Pro e contro del piercing all’ombelico

I pro del piercing sono prettamente estetici: questo gioiello che impreziosisce la pancia è sicuramente un accessorio molto sexy, in grado di attirare l’attenzione di dare un tocco di sensualità alle curve del corpo. Inoltre, questo gioiello avrebbe anche un significato simbolico: secondo l’autore del libro Diary of a Piercing Freak di Doug Mallouy, questo piercing indica regalità sin dai tempi degli antichi Egizi, dove la pratica era diffusissima tre le nobildonne.

Per quanto riguarda i contro, principalmente i rischi piercing ombelico sono due:

  • Infezione. Trattandosi di una zona delicata, questo tipo di piercing potrebbe portare infezione soprattutto se non curato a dovere o se capita che s’impigli nei vestiti e provochi delle lesioni da strappo. Tra i sintomi di infezione più evidenti segnaliamo rossore, gonfiore, dolore, pus o sangue: in questo caso bisogna recarsi subito dal medico e farsi prescrivere la cura giusta.
  • Rigetto. In alcuni casi l’infezione può anche essere sintomo di rigetto,ovvero di quel fenomeno per cui il nostro corpo rifiuta il corpo estraneo che abbiamo inserito. Potrebbe accadere, anche, se il materiale del gioiello non è ipoallergenico e, magari, ci provoca una reazione allergica: un motivo in più per rivolgersi solo a professionisti altamente qualificati.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here